Call of Duty: Modern Warfare va in tribunale. Il motivo è l'accusa dell'artista Clayton Haugen, il quale ritiene che un personaggio femminile da lui creato per presentare il pitch di un film sia stato copiato da Activision Blizzard per Call of Duty: Modern Warfare, il soft-reboot pubblicato a ottobre 2019 per PS4, Xbox One e PC. Pare infatti che il personaggio del gioco chiamato Mara sia uguale in tutto e per tutto a quello creato da Haugen.

Maggiori dettagli sulla questione vengono dal portale Torrentfreak: Clayton Haugen è uno scrittore, fotografo e videomaker stanziato in North Carolina. Possiede il copyright di due opere letterarie e di 22 fotografie di un personaggio chiamato "Cade Janus", figura centrale della sua storia "November Renaissance", con l'obiettivo di farne un film. Copyright registrato tra il 2012 e il 2013 per le opere, mentre riguardo le fotografie del personaggio la registrazione risale a dicembre 2020. Per la creazione di Jade Canus, Haugen ha collaborato nel 2017 con l'attrice, modella e streamer Alex Zedra, in seguito contattata da Activision per la realizzazione di Mara per Call of Duty: Modern Warfare.

A sinistra lo shooting per Cade, a destra quello per Mara
in foto: A sinistra lo shooting per Cade, a destra quello per Mara

È proprio quest'ultimo punto ad avvalorare l'accusa: secondo la denuncia di Haugen, non solo è stata contattata la stessa attrice, ma sono stati utilizzati gli stessi abiti ed equipaggiamenti presenti nelle foto incriminanti. Per il lavoro su Mara, è stato contattato persino lo stesso truccatore con cui Haugen aveva collaborato, il quale avrebbe dovuto ricopiare trucco e acconciatura di Jade Canus. "Per nascondere la loro prevista violazione delle fotografie di Cade Janus di Haugen e del suo personaggio, gli imputati hanno richiesto al makeup artist di firmare accordi di riservatezza", riporta la denuncia. Ad aggravare la faccenda, è che il materiale copiato da Haugen sia stato utilizzato non solo per un contenuto all'interno del gioco, ma anche come campagna di marketing di Call of Duty: Modern Warfare.

Di conseguenza, Haugen afferma che Activision Blizzard(publisher), Infinity Ward (team di sviluppo del gioco) e Major League Gaming (una delle più importanti società di esport al mondo gestite proprio da Activision) hanno violato e continuano a violare i suoi diritti. In alternativa, Activision ha o ha avuto un interesse finanziario nella violazione dei diritti d'autore, quindi può essere ritenuta la responsabile tra le tre parti citate dalla denuncia.