In queste ore Amazon ha presentato in Italia un numero considerevole di nuovi gadget con l'assistente vocale Alexa incorporato, ma la realtà è che nel nostro Paese è arrivata solo una frazione dei prodotti lanciati dal gruppo negli Stati Uniti. Tra lampade, forni a microonde e localizzatori Bluetooth, la società guidata da Jeff Bezos ha inserito per la prima volta il suo software all'interno di tre dispositivi indossabili, dei quali due particolarmente ambiziosi: si tratta di Echo Buds, Echo Frames ed Echo Loop – ovvero un set di auricolari, un paio di occhiali e un anello da portare al dito.

Gli Echo Buds sono il dispositivo più banale dei tre: si tratta di un paio di auricolari in ear simile per impostazione ai celebri AirPods di Apple, ma diverso nel design e ovviamente nelle funzionalità, dal momento che integrato all'interno anziché Siri c'è l'assistente di Amazon.

Gli Echo Frames sono invece un paio di occhiali, in realtà ben lontano da quanto offrono i più famosi (e sfortunati) Google Glass: non integrano display né fotocamere e per questo vantano un design più elegante, ma all'interno della montatura nascondono comunque un set di quattro micro altoparlanti, un microfono e un modulo Bluetooth, che permettono di comunicare con Alexa in modo naturale inviando l'audio in cloud attraverso lo smartphone collegato.

Ad attirare l'attenzione degli osservatori è stato però Echo Loop: un anello che al proprio interno racchiude microfoni, batteria, antenne di comunicazione, batteria, altoparlanti e un motore di vibrazione per comunicare a chi lo usa la presenza di notifiche in arrivo dallo smartphone. Per parlare con l'assistente vocale si porta la mano vicino alla bocca, mentre per ascoltare le risposte va posizionata vicino all'orecchio.

Utilizzare l'anello in pubblico potrebbe attirare qualche sguardo di troppo, ma neanche gli occhiali sono prodotti dei quali il pubblico potrebbe sentire particolarmente il bisogno in questo momento; Amazon stessa non immagina di venderne a milioni, e per questo motivo non li metterà in commercio liberamente, ma solo attraverso un sistema di inviti che le permetterà di sondare la risposta del pubblico: gli invitati potranno acquistare i dispositivi al prezzo rispettivamente di 179 e 129 dollari, mentre gli Echo Buds saranno proposti a 129 euro e acquistabili da tutti gli utenti negli Stati Uniti a partire dal 30 ottobre.