Un equipaggio rinchiuso in una navicella. Uno o più impostori da scovare per sopravvivere. Un concept semplice ma che basta ad Among Us per essere uno dei titoli del momento, soprattutto per il pubblico PC e mobile. Nonostante, però, la semplicità delle sue regole, il titolo sviluppato da InnerSloth richiede molta attenzione, soprattutto quando si gioca da impostore. Se i crewmate, infatti, possono contare sul supporto e sulla strategia dei compagni, l’impostore il più delle volte opera da solo, o in compagnia di massimo due alleati. Ecco quindi 10 trucchi e consigli per avere la meglio nel ruolo di impostore.

Fingere di svolgere delle task

In Among Us i membri dell’equipaggio, i crewmate, devono portare a compimento degli obiettivi, le task. Solo loro sono in grado di farlo. La regola d’oro di un buon impostore è quindi fingere di svolgere una task, altrimenti sarebbe troppo sospetto. Per un corretto bluff dovete allora restare immobili davanti a un punto delle task e aspettare diversi secondi, fino a che la barra in alto a sinistra non si riempia. In questo modo sfrutterete il lavoro degli altri crewmate – cosa che sarà facile soprattutto nella prima parte della partita -, e voi avrete un alibi perfetto.

Eliminare subito il giocatore “immune”

Come detto poc’anzi, i crewmate sono gli unici giocatori che possono completare le task. Alcune di queste sono visive, nel senso che occupano l’intero schermo, privando il giocatore della visuale sulla mappa. Richiedono pure diverso tempo per essere risolte. Se durante una partita più giocatori assistono alla scena, vuol dire che il crewmate in questione è innocente agli occhi degli altri. Per questa ragione deve essere il primo a essere eliminato, altrimenti sempre più sospetti cadranno su di voi, specie nelle fasi finali della partita. Tuttavia non è bene nemmeno farsi prendere dal panico, perché può capitare che ci siano giocatori esperti pronti a pedinare “l’immune” per cogliervi in flagrante. Cercate di sabotare e isolare il giocatore protetto, così da eliminarlo.

Parlare come un crewmate

Al di là delle eliminazioni e dei sabotaggi, dovete prestare attenzione anche alle riunioni, o emergency meeting. È in questi momenti che i sopravvissuti discutono sui sospettati dopo aver notato un cadavere o un sabotaggio. Durante questa fase non siate aggressivi, anzi, siate collaborativi. Addirittura chiedete consigli su chi votare e perché. In breve, recitate al meglio la parte del crewmate desideroso di scoprire chi è l’impostore che sta gettando tutti nel panico. Gli altri non sanno che siete voi e non devono avere sospetti.

Prendere l’iniziativa

A volte è meglio prendere l’iniziativa che affidarsi alla casualità degli eventi. Se avete eliminato un crewmate, e subito dopo incontrate un giocatore, chiedetegli dove sta andando o che task ha appena completato. Soprattutto nelle fasi finali del gioco questa strategia può essere utile, dato che le accuse tra i vari giocatori saranno più frequenti. Anche nel malaugurato caso in cui un crewmate vi abbia visto uccidere un suo compagno, siate incalzanti durante la riunione. Meglio accusare per primi che stare sulla (debole) difensiva.

Fingere di aiutare i crewmate

Lo scopo principale dell’impostore è eliminare tutti i crewmate per poter portare a casa la vittoria. Tuttavia le fasi iniziali della partita possono essere sfruttate per costruire credibilità attorno alla propria figura, così da non cadere facile preda delle accuse più avanti. Ecco quini che può essere utile salvare un crewmate dall’espulsione collettiva, esponendovi a suo favore. Ad esempio, se Blu è accusato, potete dire di averlo visto impegnato in una task, quindi non può essere lui l’impostore. A quel punto Blu vi sarà riconoscente. Così facendo, creerete un legame vantaggioso che vi renderà innocente agli occhi di alcuni avversari, ignari del vostro doppio gioco.

Uccidere in mezzo alla folla

Se vi trovate in una stanza con altri quattro giocatori, potete sfruttare a vostro vantaggio la situazione. In questi casi – frequenti all’inizio della partita – è difficile risalire al vero assassino tra così tanti presenti. Un buon modo per finire con più crewmate in una stanza è sabotare il reattore. Una volta fatto ciò, seguite i giocatori che stanno andando a ripararlo. Se avete fortuna, alcuni di loro si posizioneranno nello stesso punto per sistemare il guasto. Quello sarà il momento giusto per colpire. Ricordatevi solo di fingervi sorpresi dopo!

Usare i condotti per fare delle multi-kill

Se in una stanza trovate un condotto, siete fortunati, perché può essere utile per nascondervi. Si tratta di un grande vantaggio, specie se si punta ad eliminare più di un crewmate. Ecco cosa fare in questo caso: entrate nella stanza col condotto, aspettate che entri un crewmate, uccidetelo e aspettato il tempo di cooldown del pulsante "uccidi". Attuate un sabotaggio e saltate giù nel condotto, in attesa che la seconda vittima entri. Questa, infatti, una volta entrata sarà impegnata a riparare il vostro sabotaggio, e voi potrete ucciderla senza alcun problema. Zero testimoni, due uccisioni.

Ricordarsi delle telecamere

Nella mappa Skeld e Polus è possibile utilizzare le telecamere, così da sapere le posizioni dei diversi giocatori. Si tratta di uno strumento utile per i crewmate, anche se potete usarle pure voi da impostori. Infatti è bene ogni tanto fingere di usarle per non destare sospetti. Quando siete voi, invece, dall’altro lato dell’obiettivo, ricordate di fare attenzione alla spia rossa: vuol dire che qualcuno dei crewmate vi sta osservando.

Tenere a mente il numero dei partecipanti

Quando il numero dei crewmate raggiunge quello degli impostori, questi ultimi hanno vinto la partita. Per ogni partita ci può essere un impostore, ma anche due o tre, a seconda di quanti giocatori sono online, che possono essere un massimo di dieci. Questo è un aspetto molto importante che dovete tenere in considerazione, perché nelle fasi finali i crewmate non sanno quanti impostori sono in gioco, quindi portate questa situazione a vostro favore, cercando di fare i giusti sabotaggi, così da evitare gli emergency meeting e compiere le ultime kill silenziose, magari col supporto dei vostri alleati.

Fare finta di non giocare

Non è un modo di vincere onorevole ma, come si suol dire, conta il fine non il come. Se siete d'accordo con questa affermazione ecco una curiosa tecnica da utilizzare: fingersi AFK (Away From Keybord, lontano dalla tastiera). State dunque fermi e immobili per diverso tempo. Gli altri penseranno che non siete al PC e non vi terranno in considerazione. Ricordate che, se giocate spesso con lo stesso gruppo di amici, questo trucco può essere utile solo raramente. Sta a voi capire quando rischiare.