League of Legends: Wild RIft

Dopo Fortnite, che ci ha tenuti col fiato sospeso per giorni con il suo Capitolo 2, è il turno di League of Legends  – noto anche come LoL -, un altro dei titoli più popolari nel panorama dei videogiochi online. Il celebre MOBA (Multiplayer Online Battle Arena) creato da Riot Games, casa di sviluppo americana, è ormai sul mercato PC da dieci anni, divenendo un caposaldo degli eSport. E proprio in occasione del decimo anniversario, Riot Games ha annunciato una nuova versione del gioco, League of Legends: Wild Rift, rivolta al pubblico dei dispositivi mobile e delle console.

Appare subito evidente l'attenzione riservata da Riot Games alle opinioni della community. Secondo Chaw, infatti,  League of Legends: Wild Rift nasce per andare incontro alle esigenze dei videogiocatori che non riescono a conciliare la loro passione per il MOBA con i ritmi della vita adulta, soggetti a mutamenti improvvisi: partite lunghe, effettuabili solo da PC, male si intersecano con le abitudini di chi ha iniziato a giocare da ragazzo, e adesso si appresta ad avere nuove responsabilità che richiedono altri tipi di attitudini per potere comunque godere delle proprie passioni.

Il carattere innovativo di League of Legends: Wild Rift

Da queste osservazioni degli utenti, nasce l'idea di League of Legends: Wild Rift, che non si limita ad essere una trasposizione della versione PC, ma punta a regalare un'esperienza più agile, divertente e fruibile. Le partite saranno ambientate in nuova Landa e dureranno 15-20 minuti. I comandi si affideranno a un sistema di controllo basato su due levette e realizzato ad hoc per le meccaniche dei dispositivi mobile e delle console, così da garantire un approccio di gioco intuitivo e veloce. Anche le partite, strutturate nella canonica forma di 5 vs 5, presentano nuove chicche, tuttavia non ancora illustrate.

Del resto League of Legends: Wild Rift è ancora in early development, cioè a una prima fase di sviluppo, ma già dall'annuncio appare chiara l'ambizione di Riot Games di lasciare intatti i punti forti del MOBA – dunque scontri avvincenti e ragionati – ma di renderli più agili e pratici grazie a nuove meccaniche adatte alla future piattaforme su cui approderà. Vi saranno anche differenze contenutistiche: League of Legends: Wild Rift non avrà gli stessi campioni ed altri elementi sbloccabili da PC, e avrà un sistema inedito di Collezione.

Questo vuol dire che le differenti versioni del MOBA saranno tutte caratterizzate in modo originale, con aggiunte esclusive, per accontentare le differenti tipologie di pubblico appassionate. Riguardo l'uscita, nel corso di quest'anno verranno rilasciate la versione alpha e beta solo per alcune piattaforme e solo per alcune regioni, di conseguenza non sappiamo se l'Italia sarà inclusa. L'ufficialità definitiva arriverà a fine 2020.