anonymous-pubblica-un-video-con-le-imprese-di-quest-anno-e-annuncia-aspettateci-nel-2013-video

Anonymous pubblica il suo "messaggio di buon anno" e lo fa chiaramente secondo il suo particolare stile. In un video pubblicato in rete il celebre team di pirati informatici ha ripercorso le tappe più importanti di un 2012 caratterizzato da numerosissime operazioni contro istituzioni, partiti politici, regimi e organizzazioni. A partire dalla Operation Syria, la serie di attacchi (tutt'ora in corso) contro il regime di Damasco per via della censura operata dalla dittatura ma anche le lunghe battaglie contro le proposte di legge ACTA e SOPA, #OpIsrael a favore di Gaza,  senza dimenticare l'attacco condotto contro la Westboro Baptist Church per le dichiarazioni sulla strage di Newtown.

Sono innumerevoli gli episodi legati al gruppo di hacker (la stessa voce narrante del video conferma che quelli mostrati sono sono una piccola parte delle operazioni condotte nei diversi paesi) e vanno sommati a quelli "locali", ovvero condotti da cellule presenti nelle singole nazioni per battaglie di portata minore (basti ricordare gli attacchi condotti in Italia contro diversi esponenti politici come Berlusconi, Fava e Binetti).

Il video però non vuole essere soltanto un "memorandum" di quanto compiuto finora. Anonymous infatti annuncia un 2013 di fuoco che vedrà aumentare il numero e l'intensità degli attacchi informatici, invitando gli utenti a sostenere il movimento. "Join #Anonymous in 2013" si legge in calce al video, insieme ad un lungo elenco di semplici azioni che ogni internauta può compiere per conoscere e diffondere le informazioni sul movimento.