Ormai può essere definita una truffa natalizia che ogni anno torna a minacciare gli utenti. È quella che tramite l'applicazione di messaggistica WhatsApp diffonde un annuncio legato a dei buoni sconto natalizi, che in realtà non esistono. La truffa – che già lo scorso anno si era presentata in Italia – è tornata nuovamente anche nel 2017 con modalità simili: su WhatsApp sfrutta il brand della nota catena di negozi Decathlon per invitare gli utenti a cliccare su un link che promette di ottenere un buono sconto da spendere negli store della catena di abbigliamento sportivo.

Il messaggio si presenta come un normale invito da parte di un amico e spesso porta la frase "Io l'ho appena preso" accompagnata da diverse emoji festanti. A corredare il tutto un link rimandante solo apparentemente al sito web della nota catena – in realtà è un portale che con Decathlon non c'entra nulla – e un'anteprima che parla di buoni da 200 euro pubblicati dal negozio di abbigliamento sportivo per ringraziare tutti gli utenti in occasione del Natale.

L'azienda, ovviamente, non ha nulla a che fare con questa truffa e, cliccando sul link, anziché ricevere un buono sconto ci si ritroverà abbonati ad un costoso servizio in abbonamento. Come riportato anche dai responsabili della pagina Facebook "Una vita da social" in occasione della diffusione dei link lo scorso Natale, l'invito è quello di eliminate il messaggio e non cliccare assolutamente sul link. La truffa Decathlon su WhatsApp è solo l'ennesimo stratagemma messo in atto dai cyber criminali per attivare servizi in abbonamento ai danni degli utenti. Sempre negli ultimi giorni la Polizia di Stato ha rilasciato una serie di consigli per evitare di cascare nelle truffe telefoniche che sempre più spesso tendono ad attivare nuovi contratti mai richiesti.