22 Dicembre 2011
14:14

Camera dei Deputati e Regione Piemonte, al via gli Open Data

Due importanti istituzioni pubbliche aderiscono al progetto Open Data, voluto fortemente dall’Europa e finalizzato a rendere pubbliche e trasparenti tutte le informazioni della pubblica amministrazione.
A cura di Angelo Marra

Due mesi fa vi avevamo parlato dell'apertura del Ministero della Pubblica Amministrazione agli Open Data, uno degli strumenti più interessanti offerti oggi dalla rete. Ogni istituzione possiede infatti milioni di dati relativi agli argomenti più disparati e che riguardano la vita di tutti noi e la realtà che ci circonda e grazie al progetto Open Data tutte queste informazioni vengono rese finalmente pubbliche e incrociate tra loro possono offrire ai cittadini moltissime indicazioni utili.

Il “buon esempio” lo aveva dato il MPA due mesi fa adoperando ufficialmente questo standard con la messa online del sito Dati.gov.it e realizzando persino un contest per le migliori applicazioni per l'utilizzo e l'analisi di questi dati ed ecco arrivare l'annuncio di altre due importanti realtà istituzionali come la Camera dei Deputati e la Regione Piemonte che hanno deciso di aderire al progetto.

La prima ha già pubblicato il sito Dati.camera.it, dal cui database è possibile scaricare informazioni relative a “deputati, agli organi parlamentari, ai gruppi parlamentari, ai lavori parlamentari dalla I legislatura della Camera regia fino alla legislatura che precede quella corrente”. Insomma tutta l'attività della Camera dei Deputati, dai disegni di legge ai mandati parlamentari, dai resoconti delle sedute ai dati sugli onorevoli, sarà disponibile in forma libera e gratuita e sul sito è già possibile trovare alcune pratiche applicazioni, basate appunto sugli Open Data, come l'Atlante Istituzionale (mappa dei luoghi di nascita delle più importanti cariche di Stato) e persino una Mappa delle elezioni nel Regno d'Italia.

Naturalmente oltre a questo tipo di informazioni sarà possibile fruirne di altre molto più utili, ad esempio per misurare l'attività dei singoli deputati e tenere sott'occhio l'attività parlamentare.

Anche la Regione Piemonte ha deciso di seguire lo stesso progetto ed ha approvato in consiglio pochi giorni l'utilizzo degli Open Data nell'amministrazione. L'iniziativa è stata presentata in maniera bipartisan dalla Lega e dal PD ed elaborata dal Politecnico di Torino e punta a trasformare il portale della Regione in un database di pubbliche informazioni a disposizione di tutti. Per la Regione Piemonte un altro passo in avanti ulteriore verso la modernità, dopo le leggi sul Wi-fi libero e sui software open source nella PA approvate in precedenza.

Progetto “Scuola in Chiaro”, al via gli Open Data per gli istituti scolastici
Progetto “Scuola in Chiaro”, al via gli Open Data per gli istituti scolastici
I dati delle pubbliche amministrazioni aperti a tutti: ecco tutti i vantaggi dell'Open Data made in Italy
I dati delle pubbliche amministrazioni aperti a tutti: ecco tutti i vantaggi dell'Open Data made in Italy
Come fare video emozionali per promuovere il Turismo: il caso Digital Diary
Come fare video emozionali per promuovere il Turismo: il caso Digital Diary
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni