Come-si-crea-un-video-virale-intervista-a-Giuseppe-Armone-ideatore-di-Lovely-Owl

Nel giornalismo classico, quello della carta stampata (ma anche in tv) esiste una vecchia regola per garantire, almeno in teoria, che una notizia sia di interesse per il pubblico e che venga ampiamente letta o vista. A prescindere dall'accadimento o dall'evento riportato, se la news è relativa ad una delle tre "S", Sesso, Sangue e Soldi, sarà quasi certamente di successo; mutuando questa regola al mondo della rete, il fenomeno si verifica analogamente, seppur con qualche variante.

Alle tre categorie catalizzatrici di attenzione se ne aggiungono almeno due; la prima, sicuramente la meno nobile, potrebbe essere la Stupidità. Chiunque navighi abitualmente su YouTube avrà avuto modo di visionare filmati in cui le persone si esibiscono in spettacoli indecenti, con monologhi senza senso, urla, insomma contenuti senza i quali la nostra vita sarebbe proseguita senza grandi perdite. Nonostante ciò, questi video vantano una connotazione "viral" incredibile, con centinaia di migliaia di visualizzazioni

Molto più encomiabile invece è il fatto che anche la Tenerezza risulti uno degli argomenti più apprezzati dal pubblico, soprattutto se affiancata ad un "must" come quello degli animali. Video di cuccioli dolcissimi riempiono i database di YouTube, ma a volte capita che un filmato colpisca il cuore e la sensibilità delle persone, diventando un video virale senza essere stato concepito secondo regole particolari o trucchi da marketers.

Uno dei casi più interessanti emerso recentemente nel cuore della piattaforma di videosharing è sicuramente Lovely Owl, un semplice video che riprende una piccola civetta mentre si fa accarezzare. Nulla di particolare, direte voi, eppure il filmato ha raggiunto milioni di visite in pochissimi giorni, diventando il fenomeno web del momento, con tanto di articolo di Repubblica proprio per celebrarne il clamoroso successo.

Abbiamo intervistato Giuseppe Pantano Arnone, autore del video, per scoprire la genesi di questo viral video così popolare.

Ciao Giuseppe e grazie per questa intervista. Ci racconti qualcosa di te? Che fai di bello nella vita? Sei un videomaker professionista?

Sono un ragazzo siciliano di 32 anni, "Art Director Grafico" presso un agenzia pubblicitaria in provincia di Monza. Nasco come disegnatore di fumetti e cartoni animati, con il tempo mi sono avvicinato anche alla regia e al videomaking , per esser precisi da un annetto esatto.
Non sono un professionista, ma credo di avere molte cose in comune con loro, chissà, magari con il tempo…
Montarsi la testa troppo presto sarebbe sbagliato, anche se è difficile nascondere l'euforia di trovare il proprio nome sul web spiattellato ovunque.

Il tuo video "Lovely Owl" è stato già visto quasi 6 milioni di volte in 10 giorni, come ti spieghi questo incredibile successo?

Non me lo spiego!  Ho assistito a questo fenomeno da spettatore incredulo, figurati che molti miei amici durante il giorno mi chiamavano al telefono, spontaneamente, per informarmi sul numero delle visite, veramente impressionante.

Evidentemente il tuo video ha degli elementi di viralità di non poco conto. Quali sono a tuo avviso i fattori che hanno permesso al filmato di scalare le classifiche di Youtube?

Sinceramente, io di viralità me ne intendo poco, provate a dare un occhiata ai miei video precedenti e ve ne accorgerete voi stessi. Non ho mai fatto un video con l'intenzione di "fare i numeri", mi piace raccontare un emozione, un episodio, un istante, mi diverte e per farlo uso musica e immagini.
Penso che nel video Lovely Owl, oltre ad avere avuto una straordinaria "attrice" osannata dalla massa, io sia riuscito a miscelare simpatia e dolcezza al punto giusto, con una musica magnifica e un montaggio azzeccato… poi i tag , la scelta del nome e il resto sono secondari.

Il tuo filmato conferma una teoria ormai stranota: i video che mostrano teneri animali come gattini, cagnolini etc sono amatissimi sia su Youtube che sui social network, riesci a darci una spiegazione di questo trend mondiale?

Ti sei quasi risposto da solo, penso infatti che l'arma vincente sia la spontaneità unita alla tenerezza.
La maggior parte di questi video sono fine a se stessi, caricati solo con l'intento di fare visite, spero di non essere mai incluso in questa categoria di videomaker. Niente messaggio, niente poesia, niente di niente, del resto non ci si può lamentare visto quello che gira in televisione.

Quanto è importante, ai fini della viralità di un video, scegliere la giusta colonna sonora e, sopratutto, come si fa a scegliere la giusta traccia audio?

E' la cosa che più mi diverte fare, e credo che alla fine mi riesca meglio.  Io divoro tonnellate di musica al giorno, dal Neo Country Americano alla Dub Step UK, non ho alcun tipo di pregiudizio a riguardo, mi accorgo sin dalle prime note se ne vale la pena, al massimo "skippo". Lavorando costantemente con la creatività, per me la musica rappresenta una sorta di benzina per lo spirito, mi ispira, mi aiuta ad immaginarmi situazioni, luoghi, atmosfere, sensazioni…. è fondamentale!
La scelta è dettata dal gusto e il gusto dalla ricerca, certo chi si fossilizza ad ascoltare quello che passano in radio e in tv, non avrà alcun tipo di crescita. Di tanto in tanto mi diverto anche io a comporre qualche brano, perlopiù musica elettronica.

Come ti è venuto in mente di riprendere questi simpaticissimi gufi e sopratutto..dove li hai trovati?

Sono di proprietà di un gruppo di amici falconieri, sono venuti a tenere un esibizione in un paesino vicino al mio per la festa di San Martino. Li conoscevo già da prima comunque.

Hai già qualche idea sul prossimo video? Ci dai qualche anticipazione?

L'ho pubblicato qualche ora fa. Questa estate mentre ero in Sicilia ho scoperto che una cagnolina randagia della zona aveva avuto dei cuccioli. Una mattina manco a farlo apposta me li sono ritrovati sotto casa con la madre, e da lì ho cominciato a fare foto e riprese. Io e la mia ragazza presi dal panico per il loro triste destino da randagi abbiamo provveduto a farli adottare, aiutati anche da una straordinaria vicina di casa che ha adottato la mamma. E' stato bello prendersi cura di loro. Il messaggio che voglio dare è che al mondo non esistono solo cuccioli "di razza" cotonati profumati… guardate il video e capirete!

Prossimamente girerò 1 videoclip musicale per un rapper milanese molto bravo, in questo momento sto lavorando su sceneggiatura e storyboard, dovrei iniziare le riprese settimana prossima. Mentre in primavera con ogni eventualità girerò anche degli spot pubblicitari. Non posso anticipare altro al momento, se non esprimere la mia gratitudine a tutti quelli che al di là di una civetta sono riusciti ad apprezzare la "professionalità" e la cura che ripongo nei miei video.