Chiunque continui ad utilizzare uno smartphone Android o un iPhone particolarmente datato, farà meglio a prepararsi all'acquisto di un nuovo dispositivo, se vuole continuare ad utilizzare WhatsApp: a partire da febbraio 2020 l'app per i messaggi gratis non funzionerà più su alcuni iPhone e alcuni dispositivi Android, ad opera degli stessi sviluppatori dell'azienda.

Perchè WhatsApp smetterà di funzionare a febbraio 2020

A partire da febbraio 2020 WhatsApp smetterà di funzionare su alcuni smartphone piuttosto vecchi e lo farà nella modalità più diretta possibile: non solo l'app non sarà più scaricabile, ma anche qualora fosse già presente su uno degli smartphone coinvolti, non riuscirà più a connettersi ai server. In poche parole, morirà.

Le motivazioni che hanno spinto gli sviluppatori della celebre app a prendere questa decisione, sono sostanzialmente di carattere pratico: continuare a sviluppare una versione dell'applicazione che ormai non utilizza più quasi nessuno è solo un costo inutile, soprattutto considerato che l'app viene utilizzata gratuitamente e non genera ritorni economici a partire dagli utenti finali.

Ed è questo il motivo per il quale, da anni, l'azienda ha deciso di lasciarsi alle spalle le versioni dedicate ai sistemi operativi caduti in disuso, come Symbian e BlackBerry OS

Da febbraio 2020 WhatsApp non funzionerà più su questi iPhone

Per quanto riguarda gli smartphone di Apple, da febbraio 2020 WhatsApp non funzionerà più su una piccolissima branchia di iPhone che continuano ad utilizzare iOS 7 come ultima versione del sistema operativo e che, da tempo, non vengono più aggiornati da Apple.

In termini molto pratici, insomma, da febbraio 2020 WhatsApp non funzionerà più per chiunque continui ad utilizzare gli iPhone 4 o le versioni precedenti dello smartphone di Apple. E nonostante si tratti di una notizia che potrebbe far storcere il naso a qualcuno, in realtà ad oggi solo il 7% degli utenti possiede un iPhone con una versione uguale o precedente ad iOS 11 ed è quindi ragionevole ipotizzare che, in realtà, le persone che soffriranno di questo switch off sono relativamente poche.

WhatsApp Febbraio 2020: tutti gli smartphone Android su cui non funzionerà più

Stessa sorte per gli utenti Android, che vedranno WhatsApp smettere di funzionare tra una quindicina di giorni se continuano ad utilizzare un dispositivo aggiornato ad una versione uguale o precedente di Android 2.3.7. E, così come per gli iPhone, c'è da dire che il danno sarà relativamente ridotto: secondo i dati ufficiali del colosso di Mountain View rilasciati lo scorso maggio, solo un piccolissimo 0,3% degli utenti continua ad utilizzare Gingerbread o versioni precedenti.

In ogni caso, ecco un elenco di tutti i dispositivi Android sui quali non funzionerà più WhatsApp da febbraio 2020:

  • Sony Xperia Advance
  • Acer Liquid Z Z110
  • Acer Liquid Z Duo Z110
  • Lenovo K800
  • T-Mobile Concord
  • Sony Xperia U ST25a
  • Sony Xperia U ST25i
  • Samsung Galaxy S Lightray 4G SCH-R940
  • Yezz Andy 3G 4.0 YZ1120
  • Motorola Defy Pro XT560
  • Sony Xperia Go ST27a
  • Sony Xperia Go ST27i
    Huawei Activa 4G M920
  • Motorola Atrix TV XT682
  • Sony Xperia ion 3G LT28h
  • Sony Xperia ion LTE LT28at
  • Sony Xperia ion LTE LT28i
  • Orange San Diego
  • Vodafone Smart II V860
  • Sony Xperia Sola MT27i
  • Samsung Galaxy S2 LTE GT-i9210T
  • Sony Xperia P LT22i
  • LG Optimus 3D Max P720
  • LG Optimus 3D Max P720H
  • LG Optimus 3D Max P725
  • LG Optimus Elite LS696
  • Sony Xperia Acro HD SOI12
  • Xolo X900
  • Sony Xperia acro HD SO-03D
  • Sony Xperia S LT26i
  • LG Spectrum VS920
  • Motorola MotoLuxe XT615
  • HTC Velocity 4G
  • LG Prada 3.0 P940
  • Motorola Fire XT317
  • Motorola XT532
  • Samsung Galaxy S2 LTE GT-i9210

Come salvare le conversazioni

L'unica soluzione per continuare ad utilizzare WhatsApp da febbraio 2020 è acquistare un telefono più recente. Effettuando l'accesso al proprio account di Gmail o di iCloud con il nuovo dispositivo, si recupereranno istantaneamente tutti i contatti, ma per riottenere le conversazioni occorre effettuare un ulteriore un passaggio: attivare i backup in cloud dallo smartphone attuale.

In questo modo, anche acquistando uno smartphone nuovo, sarano trasferite le chat di WhatsApp. Purtroppo però, questa procedura nel caso ci sia un cambio di sistema operativo (ad esempio un passaggio da Android ad iPhone): in questo caso il consiglio è quello di esportare manualmente le conversazioni e salvarle in memoria o inviarsle tramite email, utilizzando le apposite funzioni all'interno dell'applicazione.