giovani televisione streaming

Il futuro della televisione italiana ora è più chiaro. O quasi, perché la roadmap finalmente pubblicata dal MISE è sì pubblica, ma comunque caratterizzata da un linguaggio che non ne aiuta di certo la comprensione. Quello che risulta però chiaro è che il primo gennaio 2020 dovrebbe avvenire lo switch off dell'MPEG2 in favore del codec MPEG4 e non, come anticipato negli ultimi mesi, del DVB-T2 HEVC. Il testo lo spiega in termini decisamente meno chiari: "In coincidenza con l'avvio delle attività del periodo transitorio stesse nell'Area 1 di cui alla Tabella 1, è disposta sull'intero territorio nazionale la dismissione della codifica MPEG2 in favore della codifica MPEG4 su standard DVBT".

Una scelta, quella del novo standard, che rende meno drastico il passaggio da un codec all'altro, che nel caso del DVB-T2 HEVC avrebbe provocato un immediato e improvviso switch off di molte televisioni attualmente presenti e che invece ora continueranno a funzionare: tutte le televisioni che oggi sono in grado di visualizzare programmi in HD sono già compatibili con l'MPEG4. Questo, però, non significa che non ci saranno vittime durante il passaggio: secondo le stime, saranno 10 milioni le TV e i decoder più vecchi che a partire dal primo gennaio 2020 andranno in nero e, quindi, non funzioneranno più.

Come scoprire se la tua TV è compatibile

Ma come fare a sapere se il proprio televisore è già compatibile con il nuovo codec e non va quindi cambiato? La maggior parte delle TV HD, anche se non full HD, è già compatibile con il nuovo standard, ma se siete in dubbio e volete verificarlo vi basterà sintonizzarvi su uno dei canali in alta definizione già disponibili sul digitale terrestre. Per esempio, se sintonizzandovi su Rai 1 HD (canale 501) o su La 7 HD (canale 507, ma potrebbe variare a seconda della regione) l'immagine viene visualizzata, siete pronti per lo switch off senza problemi. Se invece vedete solo il canale in bassa definizione, il vostro televisore non è pronto per il passaggio e va cambiato o gli va associato un decoder compatibile.