Il visore per la realtà virtuale Oculus Quest 2 è uno dei prodotti più validi della sua categoria e generazione, e a partire dalle prossime ore sarà interessato da un aggiornamento che lo renderà ancora più utile e coinvolgente da usare. Il pacchetto di novità è in diffusione già in questi giorni, e dalla prossima settimana includerà una funzione di tracciamento dell'attività fisica capace di misurare quante calorie vengono bruciate dagli utenti mentre sono immersi nella realtà virtuale.

La novità è stata battezzata Oculus Move, e avrà la forma di una vera e propria app simile a quelle che su smartphone raccolgono i dati di fitness tracker indossabili e smartwatch. La differenza nel caso di Oculus Move è che l'app si visita indossando il prodotto, mentre i dati sono raccolti dal visore stesso: gli stessi accelerometri che permettono al gadget di muovere le immagini sugli schermi in relazione al movimento della testa consentono anche di calcolare il movimento degli utenti e di tradurre le informazioni in statistiche utili.

Oculus Move non raccoglie una infinità di dati, ma soltanto approssimazioni sui movimenti: può misurare i minuti di moto e le calorie bruciate, ma nel farlo distingue anche in quale titolo è stata svolta più attività fisica, calcola la distribuzione degli sforzi nel corso della settimana e premia gli utenti quando fanno abbastanza attività per più giorni di fila. L'idea insomma è quella di puntare su uno dei lati positivi della realtà virtuale – il fatto di non costringere gli utenti seduti davanti a uno schermo – e utilizzarlo per rendere il gadget ancora più appetibile, soprattutto in tempi di pandemia e isolamento in cui i movimenti fuori casa sono limitati.

Tra gli altri aggiornamenti in arrivo, uno è dedicato ai videogiocatori più accaniti e permetterà – collegando Quest 2 a un PC – di riprodurre con una frequenza di aggiornamento a 90 Hz tutti i giochi che saranno resi compatibili con questa modalità. L'ultima novità in arrivo è la possibilità di registrare clip video direttamente dal visore all'app di Oculus su Android e iOS, per mostrare ad amici e conoscenti le proprie prodezze nella VR; finora questa possibilità era stata limitata alla condivisione su Facebook o al collegamento al PC.