samsung perdite 2018

L'onda negativa che ha colpito Apple, annunciando un calo delle vendite dell'iPhone che potrebbe provocare perdite fino a 9 miliardi di dollari, prende di mira anche un altro grande colosso come Samsung. Relativamente all'ultimo trimestre del 2018, che si è chiuso proprio l'ultimo giorno dell'anno, Samsung Electronics prevede un calo annuale dei ricavi dell'11 percento rispetto ai 12 mesi precedenti, mentre i profitti operativi caleranno del 29 percento, si prevede un calo di circa 9,6 miliardi di dollari. Si tratta di dati che sorprendono, e non poco, gli investitori e gli analisti di mercato che si attendevano ricavi per 13,2 miliardi di dollari con ricavi totali di 63 miliardi di dollari. Il declino sarebbe causato da una crescente, e sempre più forte, concorrenza cinese per quanto riguarda il mercato degli smartphone e di una domanda minore del previsto per quanto riguarda i chip di memoria destinati ai data center.

Anche Samsung chiude il 2018 con un pesante calo di vendite e ricavi che potrebbe protrarsi anche per i primi mesi del 2019. La crescente concorrenza cinese nel mercato degli smartphone, basti pensare al grande exploit di Huawei nel 2018, ha contribuito alla crisi del colosso coreano, da sempre leader di mercato. In aggiunta a questo, è calata la domanda dei chip di memoria per i data center, altro grande mercato di Samsung.

Ma, nonostante tutto, Samsung prevede che entro la prima metà di quest'anno la crisi sarà superata, puntando soprattutto sul 5G e sui dispositivi pieghevoli per migliorare le prestazioni della divisione mobile. Nel frattempo, i pannelli OLED per smartphone continueranno ad aumentare la penetrazione del mercato mobile.

Mettendo a confronto le due situazioni, quella di Apple e quella di Samsung, molto diverse tra loro, si intravede comunque un elemento in comune rappresentato dalla Cina. Se sulle perdite del colosso di Cupertino ha pesato una scarsa domanda cinese relativamente ai nuovi iPhone, derivata dalla lotta a colpi di dazi tra Usa e Cina, sull'andamento negativo di Samsung ha influito sicuramente la grande ascesa di Huawei che nel 2018 ha fatto il suo ingresso con un top di gamma come il Mate 20 Pro, che ha contribuito a frazionare il mercato facendo perdere quote proprio a Samsung. Senza dimenticare anche un altro brand cinese, come Xiaomi, che proprio nel 2018 ha fatto registrare performance molto interessanti.