Oggi, 27 maggio 2020, è il giorno fatidico che gli appassionati di viaggi nello spazio aspettavano da tempo: questa sera alle 22:33 ora italiana partirà dagli Stati Uniti il primo viaggio con equipaggio umano della navicella Crew Dragon realizzata dalla SpaceX di Elon Musk. La missione, denominata Demo-2, è un risultato della collaborazione tra l'azienda statunitense e la NASA, e vedrà due astronauti veterani partire alla volta della Stazione Spaziale Internazionale; le fasi del lancio si potranno seguire online e offline in diversi modi, proprio per la portata storica dell'evento.

Perché Demo-2 è una missione storica

L'evento di stasera è particolarmente significativo per tre motivi. Innanzitutto si tratta del primo lancio di esseri umani nello spazio completamente made in USA dai tempi del pensionamento dello Space Shuttle, avvenuto nel 2011. In secondo luogo è il primo progetto di questo tipo che insieme a un governo vede come protagonista un'azienda privata: da tempo SpaceX progetta e spedisce velivoli nello spazio, ma finora non aveva mai preso parte a una missione con equipaggio. Demo-2 infine, come suggerisce il nome, è una missione dimostrativa: se darà i risultati sperati nelle intenzioni di SpaceX potrebbe aprire le porte a una serie di viaggi esplorativi, prima sulla Luna e poi su Marte.

Dove seguire il lancio

Non stupisce dunque che la partenza di Crew Dragon interessi non solo alla comunità scientifica. Per seguire la diretta online il metodo più semplice è quello di recarsi sul canale YouTube della NASA o su quello di SpaceX: in entrambi i casi la copertura dovrebbe iniziare diverse ore prima del lancio effettivo. Chi desidera rimanere comodamente seduto sul divano davanti al televisore può invece sintonizzarsi su Focus TV, che dedicherà la sua intera programmazione serale all'evento, con documentari sul passato del viaggio nello spazio seguiti da un segmento introduttivo sull'evento di oggi e poi dalla diretta a partire dalle 22.

In caso di imprevisti

Nonostante i programmi però non è ancora detto che il lancio avrà effettivamente luogo alle coordinate temporali anticipate. Le condizioni metereologiche al momento della partenza devono infatti essere eccellenti sia nei pressi della rampa di lancio che in quelli della piattaforma di rientro (una volta spedita Crew Dragon oltre l'atmosfera, il propulsore Falcon 9 farà una giravolta su se stesso per rientrare intatto in mezzo all'oceano). Se così non dovesse essere, NASA e SpaceX hanno già individuato altre due possibili date per l'operazione: sabato 30 maggio alle 21:22 e domenica 31 maggio alle 21.