L'erede del celebre aereo Concorde sta prendendo finalmente forma. Si chiama Overture, e ne ha presentato un prototipo in queste ore Boom Supersonic, la startup statunitense che sta lavorando da tempo a un progetto di aereo supersonico battezzato XB-1. Lo scopo dell'iniziativa è arrivare entro pochi anni a un aereo commerciale capace di far volare i passeggeri a velocità che potrebbero collegare Milano a New York in appena tre ore e un quarto.

Il velivolo svelato in queste ore dall'azienda è stato battezzato Baby Boom, ed è una replica in scala 1:3 di quello che dovrebbe essere il prodotto finale. Lungo poco più di una ventina di metri e dotato di un'apertura alare di circa 5, l'aereo in scala ridotta al momento può trasportare a malapena il pilota, eppure rappresenta un passo fondamentale per dimostrare la fattibilità del progetto.

Fino ad ora infatti Boom Supersonic ha lavorato principalmente in laboratorio per studiare materiali, design e assetti della macchina progettata dagli ingegneri del gruppo. L'arrivo di Baby Boom era atteso almeno da luglio, quando la startup ne aveva anticipato l'arrivo: il velivolo potrà raggiungere velocità Mach 1.3 grazie all'impiego di tre motori J85-15 normalmente impiegati per i jet dalla marina militare statunitense, ma i test inizieranno soltanto l'anno prossimo.

A partire dal 2021 il prototipo inizierà a solcare i cieli in una serie di voli di prova che permetteranno ai progettisti di capire se il progetto è pronto per la costruzione di un modello in scala maggiore o se all'aereo vanno apportate delle modifiche strutturali. Del resto la versione finale del gadget è pensata per trasportare fino a 88 passeggeri in totale sicurezza e per rendersi affidabile dovrà sostenere ancora numerose fasi — tanto che il primo volo ufficiale è previsto per il 2029.