Qualche settimana fa aveva fatto notizia la comparsa online di un set fotografico che ritraeva per la prima volta le immagini di un prototipo di iPhone ancora non terminato — a dire il vero una scheda di sviluppo dedicata ai test di laboratorio Apple. Ebbene in queste ore un altro gadget è riemerso dal passato della casa di Cupertino: un prodotto che però non ha subito la stessa fortunata sorte di iPhone ma, anzi, non è mai passato da prototipo a prodotto finito e non è mai stato messo in commercio. Si chiama (o meglio si sarebbe dovuto chiamare) WALT, acronimo per Wizzy Active Lifestyle Telephone, ed è il primo vero tentativo fatto da Apple di produrre un dispositivo con funzionalità di telefono.

Il gadget risale al 1993, e a mostrarlo al pubblico a 26 anni di distanza ci ha pensato il blogger e YouTuber Sonny Dickson. Come si può intuire dal periodo in cui è stato sviluppato e poi scartato, a differenza di iPhone WALT non era un cellulare, ma un dispositivo per la telefonia fissa: alle componenti normalmente associabili a un telefono si univano uno schermo touch con un pennino e un'interfaccia grafica evoluta, mentre i suoi scopi, oltre a gestire la rubrica e le telefonate, sarebbero dovuti essere l'invio di fax, la stesura di brevi note scritte a mano e l'accesso a servizi di home banking.

Il dispositivo condivide alcuni diversi aspetti con un prodotto molto amato da una ristretta cerchia di fan ma non particolarmente fortunato, ovvero Apple Newton. Guardando il video messo a disposizione da Dickson però non è difficile immaginare a posteriori come mai WALT non si sia trasformato in un vero prodotto: i tempi di caricamento dell'interfaccia e la risposta del pennino sono ben lontani da quel che Apple avrebbe considerato accettabile per un rilascio pubblico. Del gadget nella sua forma finale in effetti ne furono prodotte poche unità, mai vendute attraverso i canali ufficiali; il debutto della società nel mondo della telefonia, avvenuto 14 anni dopo, avrebbe avuto tutt'altro esito.