apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino

Quando si parla di Apple, il gigante informatico che oggi compie 36 anni di vita, si pensa subito all'iPhone, l'iPad o all'iMac, prodotti che hanno rivoluzionato il mercato mondiale ed hanno rappresentato un successo senza parti in termini di vendite. Non tutta la storia di Cupertino però è costellata da conquiste di questo calibro; in alcuni casi , vuoi l'eccessiva voglia di sperimentare, vuoi i prezzi che da sempre hanno reso i prodotti non proprio accessibile a tutti, Apple ha portato a casa dei veri e propri fail. Momenti che sicuramente sono serviti per migliorare e continuare sulla strada dell'innovazione ma che ci ricordano come anche i più illuminati, e Jobs era di certo uno di questi, possono compiere degli errori a volte madornali.

Lisa – 1983

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino1

Il modello prese il nome dalla figlia maggiore di Steve Jobs e rappresentò forse il primo clamoroso insuccesso di Apple. Quasi 30 anni fa infatti questo computer fu messo in vendita all'esorbitante cifra di 9995 dollari (circa 20.000 dollari di oggi) e non fu certo un successo commerciale. Lisa verrà ritirato dalle vendite nel 1986.

Macintosh Portable – 1989

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino2

Fu il primo tentativo di Apple di realizzare un computer "portatile", anche se i 16 chili di peso erano forse un po' troppi. Anche il prezzo di 6500 dollari sembrò scoraggiare i potenziali clienti. La produzione dei computer portatili non retroilluminati fu interrotta due anni dopo con l'introduzione dei più fortunati PowerBook.

The Newton – 1993

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino3

Primo PDA prodotto da Apple fu un altro flop clamoroso dell'azienda di Cupertino, tanto da essere sbeffeggiato persino in una puntata del famoso cartone animato I Simpson. Lento, ingombrante e non certo economico (700 dollari) fu mandato in soffitta dallo stesso Steve Jobs dopo il suo ritorno in Apple.

Apple Adjustable Keyboard – 1993

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino4

Sviluppata per prevenire la sindrome del tunnel carpale, la tastiera ergonomica progettata da Apple si rivelò brutta ed eccessivamente ingombrante. Fail!

Macintosh TV – 1993

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino5

Nata molto prima della Apple Tv, la Macintosh TV fu un altro clamoroso flop di Apple. Il dispositivo non solo costava la bellezza di 2000 dollari ma non era in grado di trasmettere il segnale televisivo tradizionale. Fu ritirato l'anno successivo dopo la produzione di soli 10.000 modelli.

The QuickTake – 1994

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino6

Fu una delle prime macchine fotografiche digitali immesse sul mercato ma la sua configurazione spartana ne decretò il fallimento commerciale. La fotocamera era priva della possibilità di mettere a fuoco ed era in grado di immagazzinare solo 8 foto alla volta. Fu l'unica incursione di Apple nel campo strettamente fotografico.

Bandai Pippin – 1996

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino7

Forse non tutti sanno che, prima dell'arrivo delle console più moderne come la PlayStation o la Xbox, Apple aveva già messo sul mercato nel 1996 un modello analogo funzionante con i cd-rom. Furono vendute solo 42.000 unità e fu la fine dell'avventura di Apple nel campo dei videogames.

The TAM (Twentieth Anniversary Mac) – 1997

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino8

Fu uno dei primi esperimenti di Apple nel campo del design innovativo. Nonostante le linee avveniristiche per l'epoca e la dotazione hardware di tutto rispetto, il TAM fu ritirato dagli scaffali appena un anno dopo il suo arrivo. Forse i quasi 10.000 dollari necessari per l'acquisto contribuirono in parte alle vendite al di sotto delle attese.

The ‘Hockey Puck' Mouse – 1998

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino9

Originale, innovativo, con un design accattivante. Peccato che il mouse Hockey Puck fosse incredibilmente scomodo, vista anche la forma circolare che rendeva più difficile comprendere l'orientamento del dispositivo.

The Power Mac G4 Cube – 2000

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino10

Quello del G4 Cube non fu un vero e proprio flop ma nelle intenzioni di Apple avrebbe dovuto sfondare grazie alla sua estetica particolarmente curata. Non fu così, il modello registrò buone vendite ma non riuscì mai a decollare, a causa forse del prezzo eccessivo. Fu ritirato dal commercio un anno dopo.

eMac – 2002

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino11

Acronimo di Education Mac fu il primo dispositivo dedicato alla formazione scolastica e fu messo sul mercato ad un prezzo più basso rispetto all'iMac. Dopo alcuni problemi tecnici fu messo in soffitta sostituito dall'iMac di fascia bassa.

Apple TV – 2010

apple-non-solo-successi-ecco-i-clamorosi-fail-di-cupertino12

L'Apple TV faceva parte dell'ambizioso progetto di Apple di fondere il web con il mondo del tubo catodico. Solo due delle principali major discografiche firmarono il contratto per offrire i propri prodotti sul dispositivo che non era nemmeno in grado di registrare i film. Fu definito da Steve Jobs stesso nient'altro che un hobby ma dal punto di vista commerciale non fu altro che un flop. Ora che il compianto guru è scomparso, Cupertino è tornata sul progetto presentando recentemente la nuova versione di Apple Tv.