Se usate spesso Twitter e Facebook condividendo automaticamente i vostri post in entrambi i siti vi sarete senz’altro accorti che questa funzione ha dato forfait. Niente panico. Questa possibilità tornerà attiva tra non molto. Facebook ha bloccato le relative Api per aggiornare le sue politiche, onde porre rimedio ai danni causati durante lo scandalo di Cambridge Analytica.

Il blocco delle Api di Facebook

Il problema è stato segnalato il primo agosto da Twitter con apposito tweet. Riguarda l’opzione di condividere automaticamente i contenuti di Twitter e Facebook. Si tratta in sostanza degli ultimi strascichi dello scandalo che ha coinvolto il social network di Zuckerberg nella gestione poco trasparente dei dati, riguardo l’attività di monitoraggio eseguita dall’allora Cambridge Analytica – oggi Emerdata – Tutto ruota attorno alla decisione da parte di Facebook di bloccare le Api (Application programming interface), ovvero tutti quei sistemi che permettono al social network di interfacciarsi con altri siti.

Gli ultimi strascichi di Cambridge Analytica

Così onde porre rimedio ai danni dell’uso improprio da parte di Cambridge Analytica dei dati degli utenti, Facebook ha dovuto aggiornare le sue linee guida e buona parte della politica aziendale, specialmente per quanto riguarda la riservatezza dei dati dei suoi utenti, i quali anche per questi motivi cominciano a fuggire dal social network, seppur in quantità ancora non proprio rilevanti. Al momento in cui scriviamo è comunque ancora possibile condividere manualmente i tweet. Mentre per riavere la condivisione automatica con Facebook occorrerà aspettare ancora qualche giorno. Potrebbe essere un'occasione importante per accorgerci che magari condividevamo automaticamente i nostri tweet su Facebook "a nostra insaputa", dando ai nostri amici l'impressione di postare affermazioni a caso, non avendo a disposizione il contesto della discussione che avevamo tenuto su Twitter.