facebook-razzo

Facebook ci ripensa: dividere il News Feed in due dedicandone uno alle sole notizie pubblicate da Pagine e media non è una buona idea. Muore così l'esperimento di Explore, una nuova sezione che alcuni utenti avevano visto apparire all'interno della loro applicazione per smartphone e che conteneva, appunto, i post pubblicati da pagine, brand e media, che in questo modo venivano separati da quelli di amici e parenti presenti nel News Feed tradizionale, ormai sempre più soffocato dai contenuti non legati alla propria cerchia di contatti virtuali.

"Le persone non vogliono due News Feed separati" ha spiegato Adam Mosseri, a capo del News Feed di Facebook. "Nei sondaggi, gli utenti ci hanno detto che erano meno soddisfatti dei post che vedevano e avere due News Feed non li aiutava davvero a connettersi di più con amici e famiglia". Dietrofront, quindi, e la sezione Explore scomparirà presto da tutte le applicazioni del social network, o per lo meno da quelle in cui era effettivamente apparso: ad oggi non tutti gli utenti avevano ricevuto l'aggiornamento e potevano utilizzare il secondo News Feed, introdotto in fase di test in sei paesi.

Il cambiamento di Facebook fa parte di un processo iniziato dall'azienda di Menlo Park nelle ultime settimane, quando ha annunciato una modifica dell'algoritmo del News Feed che fornirà maggiore rilevanza ai post di amici e parenti a discapito di quelli pubblicati da brand, media e marchi. Un cambio di direzione dovuto probabilmente anche al fallimento della sezione Explore, che non è riuscita proprio nel compito di fornire maggiore rilevanza ai contenuti dei propri contatti, arrivando peraltro a generare una situazione pericolosa: nel secondo News Feed, quello dedicato alle notizie, si sono spesso diffuse fake news che, a causa della sua natura "blindata", non avevano un contraddittorio.