La scorsa settimana Facebook ha annunciato che avrebbe eliminato ogni vendita relativa alle mascherine chirurgiche già al centro di speculazioni sulla maggior parte delle piattaforme di vendita online. "Lo faremo nel corso dei prossimi giorni" aveva specificato il social. Ma a distanza di oltre una settimana il portale di Mark Zuckerberg continua a essere pieno di annunci relativi alle mascherine, alcuni caratterizzati da prezzi esorbitanti che già si erano visti su siti come Amazon ed eBay. Lo riporta la testata americana The Verge, che parla di annunci presenti anche da giorni.

Le mascherine vengono vendute da prezzi tutto sommato onesti, circa 75 centesimi, fino a quelli esorbitanti già visti su eBay e Amazon: 1.000 dollari per una singola maschera. "Non farti cogliere impreparato quando qualcuno tossisce accanto a te" si legge in un annuncio. "Sono le ultime della città". Facebook sembra aver bandito solamente le ricerche relative al termine "coronavirus" sul suo portale di compravendita interno al social network, ma parole come "n95", "Covid-19" e "maschere per il volto" continuano a rimandare ai contenuti venduti a prezzi stellari. "Siamo contro le persone che sfruttano questa emergenza pubblica" aveva twittato Adam Mosseri, responsabile di Instagram.

Eppure a distanza di una settimana questi annunci sono ancora presenti, alcuni da giorni. Il social utilizzerebbe una combinazione di sistemi automatici e segnalazioni degli utenti per bandire questi annunci, oltre ad aver attivato un canale per le amministrazioni locali dove è possibile segnalare gli annunci che violano la legge. "Stiamo monitorando attentamente il Covid-19 e aggiorneremo le nostre politiche se vedremo persone che provano a sfruttare queste emergenza sanitaria" aveva spiegato il responsabile del prodotto di Facebook Rob Leathern. "Cominceremo a pubblicare questi cambiamenti nei prossimi giorni".