18 Settembre 2013
16:20

Facebook lancia una campagna per prevenire i suicidi

Un’infografica per dare istruzioni ai propri utenti in USA, Canada e Gran Bretagna su come individuare un potenziale suicida e segnalarlo per prevenire la tragedia. Dati allarmanti dall’Oms hanno destato l’attenzione del social.

Un'ansa di oggi riporta che Facebook ha diffuso tra gli utenti iscritti in USA, Canada e Gran Bretagna un'infografica per riassumere le azioni da compiere per chiedere aiuto se un utente in rete tra i propri contatti riporta frasi o immagini che suggeriscono l'idea di volersi togliere la vita. Una campagna per prevenire l'intento suicida data la diffusione di dati allarmanti sul milione di persone che annualmente sceglierebbe il suicidio come soluzione alle sue angosce. L'Oms ha diffuso i dati e Facebook ha raccolto la palla, scendendo in campo attivamente.

"Facebook si impegna a far diminuire i suicidi nel mondo connettendo chi ha bisogno con risorse e persone che possano aiutarli al meglio": queste le parole di Joe Sullivan, Chief Security Officer di FB e membro della National Action Alliance.

Intervenire è semplice:  un click sul pulsante ‘report' che si trova in alto a destra di ogni post permette di inviare un messaggio diretto al proprio amico per manifestare la propria preoccupazione. In alternativa è possibile cercare con la parola chiave ‘suicidio' nella barra di ricerca della piattaforma, su assistenza, oppure digitarla direttamente nel Centro Assistenza, in modo da richiamare l'attenzione ed attivare la rete per prevenire il pericolo.
Il sistema restituisce un elenco per contattare il centro più vicino oppure "segnalare" il post che desta preoccupazione direttamente al social network.  Dopo aver verificato la segnalazione e ritenuto il suo contenuto pericoloso, FB si impegna a contattare le forze dell'ordine locali per un controllo.

Se si parla di suicidio virtuale e si interviene per studiare il fenomeno e facilitare una controtendenza salva utenti – e utili – non si può non prestare attenzione al reale suicidio spesso narrato in rete e ospitato nelle pagine dei social, quando è il network ad istigarlo.  Facebook potrebbe fare da apripista a molti altri network sensibili rispetto all'argomento.

Quando il
Quando il "bullismo" su Facebook alimenta i suicidi dei giovani
Facebook, ragazza morta suicida tra le inserzioni di un sito di dating
Facebook, ragazza morta suicida tra le inserzioni di un sito di dating
Facebook ai tempi della Prima Guerra Mondiale
Facebook ai tempi della Prima Guerra Mondiale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni