Apple ha confermato che tutti i dispositivi Mac e iOS sono colpiti dalle due gravi falle di sicurezza che caratterizzano i processori Intel integrati nei dispositivi prodotti negli ultimi 20 anni. "Tutti i sistemi Mac e iOS sono interessati dal problema, ma non abbiamo ancora registrato casi in cui questi bug sono stati sfruttati contro gli utenti" ha scritto Apple in un post. "Sfruttare queste falle richiede il caricamento di un software malevolo sul Mac o dispositivo iOS, quindi raccomandiamo di scaricare applicazioni solo dalle fonti affidabili come il nostro App Store".

Apple era una delle ultime grandi aziende a doversi ancora esprimere su quella che ad oggi rappresenta una problematica enorme in tutto il settore informatico, il cui potenziale impatto riguarda miliardi di dispositivi e persone in tutto il mondo. Apple ha spiegato di aver già iniziato a risolvere i bug con gli ultimi aggiornamenti dei propri prodotti: iOS 11.2, macOS 10.13.2 e tvOS 11.2 portano con sé correzioni per i due bug, Meltdown e Spectre, che affliggono i processori Intel, AMD e ARM. L'azienda di Cupertino ha inoltre annunciato di voler pubblicare un fix per Safari su macOS e iOS per aiutare i dispositivi a difendersi contro i bug, in particolare Spectre. Gli Apple Watch, invece, non sono colpiti dal problema.

Meltdown è la vulnerabilità che attualmente colpisce solo i processori fabbricati da Intel, mentre Spectre coinvolge oltre anche ARM e AMD. Ad oggi, quindi, queste falle nella sicurezza colpiscono la maggior parte dei dispositivi elettronici attualmente disponibili e prodotti negli ultimi 20 anni: dai PC agli smartphone Android, passando per televisioni smart e, appunto, tutta la gamma di gadget di Apple. La soluzione, per il momento, è quella di aggiornare all'ultima versione disponibile il proprio browser e il BIOS del computer, recandosi sul sito del produttore. Per quanto riguarda Apple, invece, l'importante è mantenere aggiornate le macchine all'ultima versione.