Opinioni
8 Maggio 2015
10:13

Google, il pranzo si ordina dai risultati di ricerca

Google ha introdotto la possibilità di ordinare piatti dai vari ristoranti disponibili direttamente dai risultati di ricerca. La funzionalità è stata integrata direttamente all’interno del motore: una volta effettuata una ricerca riguardante un ristorante, tra le varie informazioni presenti nella scheda dedicata sarà possibile selezionare la voce “Effettua un ordine”.
A cura di Marco Paretti

Google sembra lanciatissima nella sua corsa alla conquista del settore mobile, dopo che negli ultimi giorni abbiamo assistito all'arrivo di un particolare algoritmo mobile e di una nuova visualizzazione degli annunci pubblicitari specificatamente pensata per dispositivi come smartphone o tablet. Con la novità di oggi l'azienda di Mountain View va a soddisfare un'altra necessità che negli ultimi anni sembra essere diventata una priorità in America: la possibilità di ordinare del cibo senza nemmeno uscire di casa. Per questo Google ha introdotto la possibilità di ordinare piatti dai vari ristoranti disponibili direttamente dai risultati di ricerca.

La funzionalità è stata integrata direttamente all'interno del motore: una volta effettuata una ricerca riguardante un ristorante, tra le varie informazioni presenti nella scheda dedicata – la quale già appariva nella versione mobile del sito fornendo indicazioni, orari e contatti – sarà possibile selezionare la voce "Effettua un ordine". La funzione ci dirotterà in seguito verso uno dei servizi che ci permettono di ordinare cibo da quel ristorante – nel caso in cui ce ne siano diversi potrete selezionarne uno voi – e piazzare l'ordine senza nemmeno visitare il sito del locale.

Attualmente il servizio è attivo solo negli Stati Uniti, dove Google ha stretto accordi con sei tra i maggiori siti che permettono di effettuare ordini nei ristoranti: Seamless, Grubhub, Eat24, Delivery.com, BeyondMenu e MyPizza.com. Nel caso in cui il ristorante non sia affiliato con nessuno di questi portali, l'unica alternativa rimasta è quella di ordinare il pranzo alla vecchia maniera: alzando la cornetta del telefono. Google ha già affermato di voler aggiungere altri portali al servizio, ma non ha parlato di un'eventuale espansione della funzionalità anche in altri paesi. In Italia, seppur in numero minore, sono presenti portali che permettono di ordinare un pasto su internet, quindi l'eventualità non è poi così remota.

Google testa una nuova visualizzazione dei risultati di ricerca da mobile
Google testa una nuova visualizzazione dei risultati di ricerca da mobile
Google, l'azienda ha manipolato i risultati del motore di ricerca per favorire i suoi prodotti
Google, l'azienda ha manipolato i risultati del motore di ricerca per favorire i suoi prodotti
Google, rimosso il supporto alle emoji nei risultati di ricerca
Google, rimosso il supporto alle emoji nei risultati di ricerca
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni