Opinioni
25 Gennaio 2016
15:43

Google, gli utenti usano la pagina Facebook di Big G come un motore di ricerca

La pagina Facebook di Google è invasa da utenti che, al posto di rivolgersi al vero motore di ricerca, pongono le loro domande nella sezione “post sulla pagina”. Notizia che da un lato fa sorridere, ma dall’altro fa storcere in naso perché ci ricorda che per molti aspetti siamo ancora il fanalino di coda dell’era 2.0.
A cura di Marco Paretti

Cosa succede se si cerca Google su Google? Qualche anno fa se lo sono chiesti ironicamente i The Jackal nella serie Lost in Google, con risultati decisamente inaspettati. Ma cosa succede e si cerca Google su Facebook? A quanto pare proprio gli utenti italiani del social network di Zuckerberg hanno deciso di ottenere una risposta, utilizzando la piattaforma come un vero e proprio motore di ricerca. E così, per le generazioni che sempre più spesso associano internet a Facebook, "Google" si è trasformato nella "pagina di Google". Quella, cioè, presente sul social network di Menlo Park.

Se ne è accorto Motherboard, sottolineando come la sezione "post sulla pagina" sia letteralmente invasa da richieste squisitamente telegrafiche: da chi chiede come gestire delle piante da frutta a chi ha bisogno del numero di uno psicologo, passando da chi cerca ricette, coordinate geografiche e il significato dei sogni. Alcuni utenti si sono persino impegnati nel rispondere alle domande di chi impropriamente le pone sulla pagina Facebook, segnalando nei commenti i risultati più adatti. Difficile capire se lo stesso avviene anche in altri paesi del mondo, anche se è probabile che qualche scivolone sia capitato anche nei più attenti Stati Uniti e Regno Unito.

Resta il fatto che, ancora un volta, questa mancanza di attenzione sottolinea come l'Italia sia spesso indietro sia nell'adozione che nella comprensione delle nuove tecnologie. Notizie di questo tipo da un lato fanno sorridere – d'altronde, come non farlo davanti a ricerche come "subacromiondeltoideo" e "denti glitter" – ma dall'altro fanno storcere in naso perché ci ricordano che per molti aspetti siamo ancora il fanalino di coda dell'era 2.0. Peraltro, elemento ancora più preoccupante, l'utilizzo della pagina come un motore di ricerca indica una sorta di incapacità di uscire dai luoghi ormai (troppo) rassicuranti del social network, che ormai viene spesso considerato come un sinonimo di internet. Anche dagli italiani. Ma siamo in buona compagnia: la stessa credenza erronea è stata individuata nei paesi in via di sviluppo.

Google, il motore di ricerca introduce i versi degli animali
Google, il motore di ricerca introduce i versi degli animali
Google e Facebook in partnership per le ricerche su mobile
Google e Facebook in partnership per le ricerche su mobile
Facebook aggiorna il motore di ricerca: tutte le novità
Facebook aggiorna il motore di ricerca: tutte le novità
279 di Viral Tech
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni