0 CONDIVISIONI

Google riempie di milioni i suoi dipendenti per non farli andare via

Google ha pagato profumatamente due due tra i suoi product manager migliori per evitare che passassero a Twitter.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Giovanna Di Troia
0 CONDIVISIONI
Immagine

Google ha pagato due tra i suoi product manager migliori per evitare che facessero una trasvolata senza ritorno verso Twitter, cercando così di trattenerli all’interno dell’azienda del motore di ricerca più famoso al mondo. I due dipendenti in questione sono: Sunder Pichai, a cui ha “donato” 100 milioni di dollari, mentre all’altro, Neal Mohan, 50 milioni di dollari. Questo quanto riportato da Michael Arrington su TechCrunch.

Ma fonti ben informate smentiscono le cifre di Arrington: "like tens of millions of dollars off." E basandosi su delle semplici supposizioni, giungono stime che quasi capovolgono quanto affermato dal publisher di  TechCrunch. Sembra che Sunder Pichai abbia ottenuto un compenso che oscilla dai 10 ai 20 milioni di dollari, invece la somma di Neal Mohan vada dai 30 ai 50 milioni di dollari.

Comunque sia al di là di quale siano le reali somme incassate da Pichai e da Mohan, a monte di questo abile extra dal punto di vista monetario, si nasconde la proposta, ad entrambi i dipendenti della BigG, di ricoprire posizioni di successo presso l’azienda di microblogging, posizione successivamente ricoperta da Jack Dorsey.

Inoltre, l’azienda di Montain View sta attuando sempre di più questa strategia per evitare la fuga delle sue migliori menti e de suoi affidabilissimi ingegneri in aziende concorrenti in tutta la Silicon Valley, in testa Facebook.

0 CONDIVISIONI
Google offre 900 milioni di dollari per i brevetti Nortel
Google offre 900 milioni di dollari per i brevetti Nortel
Google+ annuncia 10 milioni di utenti ma la rete non regge
Google+ annuncia 10 milioni di utenti ma la rete non regge
Google Music all'attacco: pronti 100 milioni di dollari per le Majors
Google Music all'attacco: pronti 100 milioni di dollari per le Majors
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views