È un messaggio che sta raggiungendo diversi utenti proprio in queste ore: parla di un buono sconto da 500 euro per gli acquisti presso IKEA ricevuto tramite WhatsApp e da scaricare aprendo un link. Il testo viene inviato da chi è cascato nel tranello, quindi appare come se il nostro contatto ci stesse spingendo ad aprire il link per accedere al buono: "Hai visto mai… pensavo che era una fregatura e invece l'ho appena preso!" recita il messaggio. Che, in realtà, è solo una truffa: aprendo il link si accede ad una pagina che non ha nulla a che vedere con il sito web di IKEA e risulta anche abbastanza poco curata.

Il sito web chiede agli utenti di rispondere a quattro domande sulla scia di "Compri spesso da IKEA?" o "Sei mai stato insoddisfatto di un acquisto?". Al termine del sondaggio, il portale promette un buono da 500 euro. Ma solo se si condivide il link con altri 15 amici su WhatsApp e si indica il proprio indirizzo mail. Il buono, ovviamente, non esiste e la condivisione non fa altro che diffondere la bufala. Fornire il proprio indirizzo mail, peraltro, lo espone ad una potenziale pioggia di spam o, peggio, ad essere bersagli di phishing e mail contenenti virus in grado di appropriarsi dei dati personali.

"IKEA segnala la sua totale estraneità riguardo all’invio di email o di messaggi tramite sistemi WhatsApp Messenger o Facebook Messenger aventi per oggetto “Buono spesa IKEA da 150 Euro”, “Buono spesa IKEA da 900 Euro”, “Buono IKEA da euro 500” e “Voucher 75€ per anniversario IKEA 75 anni” ha spiegato l'azienda svedese in una nota. "Al fine di tutelare i propri clienti, IKEA sta intraprendendo tutte le necessarie azioni tese a far luce sull’accaduto. Nessun dato in possesso di IKEA è stato utilizzato per la creazione ed invio delle email o messaggi in oggetto". Ovviamente, come sempre in questi casi, il consiglio è quello di non aprire assolutamente il link e, soprattutto, non ricondividere il messaggio.