La data di uscita dell'iPhone X si avvicina, a partire dal prossimo 3 novembre il nuovo smartphone della mela morsicata sarà disponibile per l'acquisto in oltre 55 nazioni tra cui l'Italia. Ricordiamo che in occasione dell'uscita del nuovo device venerdì 3 novembre gli Apple Store apriranno alle ore 8:00 del mattino. Ovviamente ricordiamo che tutti coloro che desiderano assicurarsi un iPhone X al DayOne possono effettuare il preordine già a partire da venerdì 27 ottobre alle ore 09:01.

Nei giorni scorsi, infatti, diverse testate giornalistiche hanno riportato che il numero di unità disponibile al DayOne saranno limitate, motivo per il quale Apple avrà difficoltà a soddisfare tutte le richieste previste per i primi giorni. Tuttavia in un comunicato stampa l'azienda di Cupertino sottolinea che "gli store nella maggior parte delle nazioni avranno iPhone X disponibile per i clienti senza prenotazione, che sono invitati ad arrivare presto". Questo significa che anche chi non prenoterà un iPhone X potrà recarsi direttamente all'Apple Store della propria città il 3 novembre anche se dall'azienda consigliano di affrettarsi poiché i dispositivi saranno disponibili in quantità limitate.

Ogni Apple Store predisporrà due file: una per gli utenti che effettueranno il preordine online ed un'altra per coloro che decideranno di recarsi in un negozio Apple per l'acquisto diretto. Come segnalato da Apple: "A partire da venerdì 27 ottobre, i clienti potranno ordinare iPhone X, che sarà disponibile a partire da venerdì 3 novembre in Andorra, Arabia Saudita, Australia, Austria, Bahrain, Belgium, Bulgaria, Canada, Cina, Cipro, Croazia, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Groenlandia, Guernsey, Hong Kong, India, Irlanda, Islanda, Isola di Jersey, Isola di Man, Isole Vergini americane, Italia, Kuwait, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Messico, Monaco, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Puerto Rico, Qatar, Regno Unito, Repubblica Ceca, Qatar, Romania, Russia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Taiwan e Ungheria".