Chi utilizza abitualmente servizi di consegna della spesa a domicilio a volte si trova nella scomoda condizione di non poter attendere a casa l'arrivo della merce acquistata online, magari per via di orari di lavoro proibitivi o di imprevisti di vario genere. Quando però tra i prodotti ordinati ci sono cibi freschi che occorre conservare in frigorifero non è possibile farli lasciare fuori dall'uscio. Negli Stati Uniti la catena di negozi Walmart ha pensato di risolvere il problema con il lancio di InHome, un sistema di consegne che permette ai corrieri impiegati di entrare nelle case dei clienti e posizionare gli articoli deperibili direttamente nel frigorifero.

La soluzione si basa su una serratura intelligente che i clienti installano a casa e che sblocca automaticamente l'ingresso quando gli addetti responsabili della consegna avvicinano il loro smartphone all'abitazione. I telefoni dei corrieri non potranno ovviamente aprire tutte le serrature in qualunque momento, ma saranno abilitati volta per volta e casa per casa dalla società, sulla base delle singole consegne in programma per ciascuno. I clienti potranno invece osservare in tempo reale cosa accade nelle abitazioni lasciate incustodite direttamente dal punto di vista degli addetti, che a questo scopo indosseranno speciali action cam connesse in rete. I dispositivi invieranno infatti una diretta continua ai server impiegati da Walmart per il servizio, visibile solo dal cliente che ha richiesto la consegna.

Il sistema ricorda da vicino quanto già proposto da Amazon qualche tempo fa con Amazon Key, ma quello delle consegne dentro casa non è il primo ambito nel quale i due colossi si sfideranno. La catena di negozi USA in passato aveva infatti esplorato anche il settore dei supermercati senza cassieri, senza però dare seguito ai primi esperimenti come invece ha continuato e continua ancora a fare il gruppo di Jeff Bezos con Amazon Go. Dal canto suo InHome debutterà invece questo autunno in tre città statunitensi — Kansas City, Pittsburgh e Vero Beach — per servire più di un milione di potenziali clienti.