Uno degli aspetti che risulteranno cruciali per il successo dei prossimi iPhone sarà quello relativo al comparto fotografico: gli ultimi smartphone usciti sul mercato si sono rivelati veri e propri prodigi in questo campo, e per essere all'altezza degli avversari il gadget di Cupertino dovrà superare se stesso. Ebbene, stando alle ultime indiscrezioni sul dispositivo la direzione intrapresa da Apple potrebbe essere proprio questa: un'immagine uscita in questi giorni sembra confermare infatti le ipotesi trapelate in precedenza su un modello di iPhone con tre fotocamere disposte a triangolo inserite in un alloggiamento piuttosto ingombrante e di forma quasi quadrata.

La foto in questione è apparsa nei giorni scorsi su Slashleaks e ritrae una parte del telaio del dispositivo: si tratta di un supporto metallico che risiede all'interno del gadget, invisibile da fuori e provvisto di alcuni fori pensati per lasciare spazio ad alcune delle componenti chiave. Tra questi se ne notano uno dedicato alla bobina per la ricarica wireless e soprattutto tre dedicati alle fotocamere. Come ipotizzato dalle voci di corridoio circolate nelle scorse settimane, i tre fori circolari dedicati agli obbiettivi sono disposti a triangolo, e corredati da altri due fori di forma quadrata che presumibilmente ospiteranno il flash e un possibile sensore per il rilavemento delle distanze in tre dimensioni.

Il terzo obbiettivo — che dovrebbe affiancarsi ai consueti obbiettivi standard e zoom — dovrebbe essere una unità ultra grandangolare, il che renderebbe l'offerta di iPhone molto simile a quella degli avversari che da fine 2018 hanno iniziato a percorrere la medesima strada. Se tutto fosse confermato i puristi dell'estetica potrebbero però storcere il naso di fronte al gadget: tre obbiettivi più un sensore aggiuntivo e un flash non sono certo facili da nascondere a bordo di un telefono così sottile, ma la soluzione anticipata dalle indiscrezioni non ha un aspetto particolarmente elegante. Per avere conferme o smentite in merito però è ancora presto: prima dell'uscita dei dispositivi mancano ancora mesi, durante i quali non mancherà di venire alla luce altro materiale che li descrive.