Uno dei problemi che affliggono buona parte degli utenti WhatsApp con smartphone meno sofisticati è che dopo diversi mesi di utilizzo l'app inizia a occupare una quantità esorbitante di spazio nella memoria del telefono: fortunatamente a breve sono in arrivo novità all'interno dell'app che permetteranno di gestire in modo più efficiente il materiale ricevuto dai contatti per cancellare foto, video e documenti inutili in modo da liberare tutto lo spazio che serve sul telefono.

Si tratta in sostanza di nuove funzionalità inserite all'interno di un menù già presente nelle versioni attuali di WhatsApp: quello relativo all'Utilizzo dati e archiviazione presente nelle Impostazioni. Al momento la voce Utilizzo archiviazione presente nel menù si limita a fornire uno spaccato della quantità di spazio occupato sul telefono dalle varie conversazioni, e per ciascuna consente di liberare spazio sul telefono in maniera piuttosto rudimentale — selezionando in blocco tutte le foto, o tutti i video, tutti i messaggi audio e via dicendo. Le novità in arrivo invece promettono un controllo maggiore sul materiale da cancellare; sono state intercettate dalla comunità di WABetaInfo, che ha messo le mani su una delle versioni preliminari dell'app ricavandone una schermata che descrive in modo abbastanza accurato il funzionamento.

Dallo screenshot si evince che una prima opzione permetterà di tenere sotto controllo tutti i file che sono stati inoltrati, ovvero che non provengono originariamente dai propri contatti ma da fonti terze: spesso di questo materiale fanno parte video e foto che non sono di diretto interesse del destinatario, che potrebbe dunque farsi meno problemi nel cancellarli. Un'altra novità è rappresentata dalla lista dei grandi file, ovvero da foto, video e documenti che a prescindere dalla conversazione nella quale sono stati ricevuti occupano più spazio della media: avere questo materiale sott'occhio permette di eliminarlo liberando molto spazio sul telefono in una volta sola, magari dopo averne fatto una copia sul computer.

Entrambe queste ultime novità sono ancora in fase di test e non sono ancora disponibili nelle versioni di WhatsApp attualmente nelle mani del grande pubblico; gli sviluppatori ci stanno però lavorando da mesi, e il fatto che le prime schermate stiano emergendo significa che il loro rilascio è vicino.