Secondo un report pubblicato per conto della Royal Society for Public Health nel Regno Unito, Instagram nel 2017 è stato ritenuto il social network più dannoso per la salute dei ragazzi. Non è forse un caso quindi se adesso la app acquisita da Facebook si è dotata di “Your Activity”, uno strumento per informarci del tempo che trascorriamo a postare foto e navigare tra quelle degli altri, disseminando cuoricini e hashtag. Instagram è stata la fortuna di molti personaggi che hanno saputo utilizzare questo social in modo remunerativo, diventando influencer di successo, ma oltre a questo abbiamo un esercito di ragazzi che mentre sognano la "visibilità" spendono energie e tempo, a scapito della vita sociale e delle ore di sonno.

La vanità fa male alla salute

La vanità da influencer o aspirante tale può essere dannosa per tanti motivi, se questa porta a tenerci incollati ad un dispositivo allora il problema può diventare anche di salute, specialmente se ci espone a rischi di insonnia, da cui possono derivare una serie di altri disturbi, come l’ansia e la depressione. Così dalla dashboard – nel menu in alto a destra – sarà possibile vedere quanto tempo stiamo passando in media sulla app, compreso un conteggio a livello giornaliero. Sono previste anche opzioni per limitarne l’utilizzo, come succede con lo Screen Time di Apple, dove è possibile impostare un limite giornaliero, facendo in modo che Instagram avvisi l’utente se ha trascorso troppo tempo nella app.

Una soluzione efficace?

Questa funzionalità già intravista nel giugno scorso ci informa degli orari in cui utilizziamo Instagram e il tempo trascorso, con la possibilità di ricevere un avviso ogni cinque minuti per non farci sforare il limite giornaliero calcolato. Tutti questi accorgimenti avranno una utilità rilevante sul modo in cui viene utilizzata la app? Difficile a dirsi, se manca alla base una consapevolezza e una forza di volontà adeguata.