9 Gennaio 2020
16:44

Instagram, una persona che non ti segue ha risposto alle tue storie? Sta usando i bot

Da qualche settimana, sicuramente vi sarete accorti di una piccola curiosità: alcuni influencer e personaggi famosi potrebbero aver visualizzato ed interagito con una Storia che avete pubblicato su Instagram. Ma no, non siete diventati famosi: siete solo le “vittime” inconsapevoli dell’ennesimo bot automatizzato.
A cura di Dario Caliendo

La storia è sempre la stessa ed anche questa volta no, se i VIP o alcuni influencer stanno iniziando a commentare le vostre Storie o rispondere ai sondaggi che pubblicate su Instagram, non state diventando famosi. Ma, forse, è meglio così.

Da qualche settimana potreste aver notato una piccola curiosità scorrendo tra gli account che visualizzano le vostre Storie e notare alcuni influencer (o wannabeinfluencer) e personaggi famosi non solo visualizzarle, ma anche interagirci rispondendo con un messaggio o addirittura utilizzando uno sticker di sondaggio o di domanda che è stato inserito nella Storia.

E nonostante in molti, in cuor loro, sperano di vivere un'esperienza social simile almeno una volta nella vita, si tratta in realtà di un'eventualità piuttosto strana, soprattutto perché nessuno di questi account con migliaia di follower segue di fatto il vostro profilo. La domanda, quindi, è lecita: come hanno fatto ad arrivare fino ad una vostra Storia e perché mai hanno interagito con uno sticker?

La risposta è sempre la stessa. Sfruttando una rete di bot del tutto automatizzata, nata con lo scopo di aumentare il proprio numero di followers, questi grandi account "visualizzano" (e le virgolette sono d'obbligo) un gran numero di Storie pubblicate da migliaia di utenti.

Ma lo fanno per modo di dire, perché nessuno di loro guarda effettivamente cosa è stato pubblicato, tantomeno nessuno decide di interagire con uno sticker o rispondere ad un sondaggio. Si tratta in realtà di un software che fa credere al social network fotografico di aver aperto una Storia e che da in via ad un "meccanismo mentale" a dir poco diabolico.

La curiosità di scoprire chi sia questo account con migliaia di followers e, magari, anche con la spunta blu, diventa alta e si è invogliati ad aprire i profili per vedere di chi si tratti: ed è qui che scatta l'elemento positivo per loro perché genera una visita, una visualizzazione delle loro storie e potenziali nuovi follower.

Degli elementi di grande importanza per il social network, che classifica automaticamente il profilo che ha utilizzato i bot come "molto visitato" e con una forte reach. Dei fattori, tra l'altro, utili anche per quantificare economicamente il valore di un post sponsorizzato, cioè a pagamento.

Insomma, anche questa volta è solo un'illusione. E no, non siete diventati delle star del social, ma siete solo delle ignare vittime (fino ad ora, si spera) dell'ennesima trovata per aumentare i follower di Instagram. E se volete evitare di finire al centro di questa pratica, i consigli sono i soliti: consentire solo ai vostri amici di visualizzare le Storie pubblicate, oppure impostare il profilo come privato.

Instagram vuole mettere i Mi piace nelle storie
Instagram vuole mettere i Mi piace nelle storie
Arrivano gli avatar digitali per le storie di Instagram
Arrivano gli avatar digitali per le storie di Instagram
Instagram ha lanciato Reels, uno strumento per le storie che prende spunto dal meglio di TikTok
Instagram ha lanciato Reels, uno strumento per le storie che prende spunto dal meglio di TikTok
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni