Ricordate quando Facebook ha acquisito Instagram per 2 miliardi di dollari? Al tempo in molti hanno criticato la scelta e hanno prospettato anni di sciagura per il social network fotografico, il cui destino sembrava essere già segnato nelle loro menti. Di certo a 6 anni di distanza da quella acquisizione, la situazione è decisamente diversa. Anche solo per le casse dell'azienda di Menlo Park. Ad oggi Instagram ha infatti un valore di 100 miliardi di dollari, come sottolineato da un analista di Bloomberg: l'investimento si è rivelato essere uno dei più fruttuosi per Facebook.

D'altronde il presente di Instagram sembra tutt'altro che nero, anzi: la settimana scorsa il social network ha annunciato di aver raggiunto 1 miliardo di utenti e, secondo le stime, raggiungerà il secondo miliardo entro i prossimi 5 anni. Per fare un paragone, attualmente Facebook può contare su poco più di 2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo. Un dato che fa sorridere ripensando alle critiche rivolte ad entrambe le realtà al momento dell'acquisizione che nel 2012 ha assicurato Instagram sotto l'ala di Facebook per "soli" 2 miliardi di dollari: è vero che l'app è cambiata molto negli anni, ma dal punto di vista aziendale è diventata una vera e propria gallina dalle uova d'oro.

Da luogo dove condividere fotografie legate ai propri momenti quotidiani, l'app si è trasformata in una serie di profili di alta qualità, account business e pubblicità: secondo le stime, questi elementi costituiranno il 16 percento dei ricavi annuali di Facebook nel corso del prossimo anno, soprattutto ora che l'app ha lanciato la sua IGTV che vuole sfidare YouTube. Nonostante questo, però, l'app resta una delle più utilizzate dalla fascia più giovane di utenti, anche grazie alle funzionalità che ha soffiato a Snapchat nel corso dello scorso anno, come le storie e i filtri per la fotocamera.