Gli iPhone 6S e iPhone 6S Plus sono disponibili per la vendita negli Apple Store italiani da poche settimane ma il noto analista Gene Munster della società Piper Jaffray ha già iniziato a pensare all'iPhone 7, il dispositivo dell'azienda californiana che farà il suo debutto nel corso del 2016. Secondo quanto riportato dal noto analista alla redazione del portale Barrons.com, il nuovo iPhone 7 sarà caratterizzato dall'assenza di tasti fisici.

Il tasto Home, disponibile fin dal primo modello dello smartphone Apple e che negli anni ha subito diverse evoluzioni fino all'introduzione del lettore di impronte digitali Touch ID, secondo Gene Munster potrebbe essere eliminato. L'azienda di Cupertino, secondo le previsioni dell'analista di Piper Jaffray, eliminerà il tasto Home nell'iPhone 7 ed implementerà la scansione delle dita al lato del dispositivo.

"3D Touch potrebbe fornire ad Apple un modo per eliminare il tasto Home, così da utilizzare lo spazio aggiuntivo per introdurre schermi più grandi o rendere il dispositivo più piccolo. Una barriera a tutto ciò potrebbe essere Touch ID, attualmente integrato nel tasto Home. Apple potrebbe aver bisogno di spostare Touch ID a lato del dispositivo per rimuovere il tasto Home."

I nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus offriranno le stesse dimensioni del display: 4,7 pollici e 5,5 pollici con alcune differenze per quanto riguarda il design che, vista l'assenza del tasto Home, consentiranno ai designer di Apple di studiare un nuovo form factor. Se il parere dell'analista Munster dovesse risultare corretto, dunque, i prossimi iPhone di Apple si presenteranno senza alcun tasto fisico, il tasto Home sarà quindi sostituito da un comando virtuale grazie alla tecnologia 3D Touch mentre il Touch ID verrà posizionato sul lato del device, escludendo quindi i rumor secondo cui i nuovi iPhone 7 utilizzeranno un lettore di impronte digitali all'interno del display. Ovviamente a circa un anno dall'uscita dell'iPhone 7 e 7 Plus è difficile fare previsioni, per le prime anticipazioni bisognerà attendere ancora qualche mese.