Ecologia e ambientalismo sono temi cari anche all'industria videoludica. Lo dimostra l'iniziativa intrapresa da Sony per eliminare l'uso della plastica negli imballaggi per i prodotti più piccoli entro il 2025 e ridurre la quantità di plastica del 10% per altri tipi prodotti. Tale iniziativa prende il nome di Green Management 2025 e segue gli obiettivi di un'iniziativa precedente, sempre avviata da Sony, intitolata One Blue Ocean Project. "Negli ultimi 50 anni l'uso della plastica in tutto il mondo è aumentato di circa venti volte, ma i tassi di riciclaggio rimangono bassi intorno al 9% .1 Ciò ha contribuito ad aumentare l'inquinamento degli oceani del mondo, una questione di crescente e urgente preoccupazione", comincia così il post pubblicato da Sony sul proprio blog. In esso la compagnia spiega come abbatterà l'uso della plastica per gli imballaggi dei propri prodotti, tra cui anche quelli dedicati a PlayStation 5.

I materiali utilizzati per la nuova console e per il packaging degli accessori saranno progettati per essere completamente riciclabili. In termini di peso si parla del 93-99% di plastica in meno. A tutto questo Sony aggiunge una serie di migliorie volte a diminuire ulteriormente l'impatto sull'ambiente entro il 2025. Ecco nel dettaglio come cambierà la confezione di PlayStation 5:

  • Nuovi imballaggi completamente riciclabili
  • Eliminazione del polistirolo espanso o dei vassoi di plastica utilizzando inserti in carta e vassoi per cuscini in pasta di carta
  • Sostituzione delle fascette di plastica con fascette di carta
  • Eliminazione dei sacchetti di protezione in plastica utilizzati per cavi e manuali di istruzioni ove possibile
  • Sostituzione di vetrine in plastica per gli accessori di PlayStation 5

E per le custodie dei giochi invece? Sony afferma che nel 2021 testerà l'inclusione del polipropilene riciclato da rifiuti post-industriali in Europa. Si parla dunque di soluzioni in via di sperimentazione che riguardano solo il continente europeo: non si sa ancora che tipo di politica verrà intrapresa dall'azienda per l'Asia e il Nord America per diminuire la presenza di plastica nelle confezioni dei giochi pubblicati.