Con buona pace di chi ha le mani piccole, le dimensioni medie degli smartphone non hanno fatto che crescere nel corso degli anni costringendo molti ad usare questi dispositivi con due mani o a ricorrere ad accessori che aiutino a reggerli meglio. L'anno prossimo non farà eccezione, e a fare da capofila a telefoni di taglia sempre più forte potrebbe esserci l'iPhone più grande di sempre. Ad anticiparlo è stato il sito coreano ETNews, citando fonti provenienti dalla catena di approvigionamento Apple la cui identità non è però stata resa nota.

Secondo la testata la casa di Cupertino starebbe pianificando per l'autunno del 2020 il lancio di tre dispositivi — i successori degli attuali iPhone 11 — con display dalle dimensioni parzialmente differenti: il modello più piccolo dovrebbe avere uno schermo da 5,4 pollici di diagonale, mentre quello di taglia media da 6,1; il dispositivo più grande dei tre dovrebbe infine montare un pannello da ben 6,7 pollici.

L'ipotizzato iPhone 12 XXL supererebbe così l'attuale iPhone 11 Pro Max da 6,5 pollici e risulterebbe di poco più piccolo rispetto a un iPad Mini. Il modello da 6,1 pollici rimarrebbe però immutato rispetto all'attuale offerta di taglia intermedia, mentre la variante da 5,4 sarebbe più compatta dell'attuale iPhone 11 Pro — che al momento con uno schermo da 5,8 pollici è il dispositivo più piccolo dei tre lanciati poche settimane fa.

Chi non vuole portarsi in giro un megaschermo in tasca o nella borsa può dunque puntare su uno degli altri due modelli, aspettare il tascabile ma ancora fantomatico successore di iPhone SE che secondo altre voci di corridoio dovrebbe vedere la luce a inizio 2020, oppure rivolgersi a uno dei (pochi) produttori del panorama Android che ancora scelgono di realizzare smartphone ad alte prestazioni ma di dimensioni compatibli con quelle del palmo di una mano.