118 CONDIVISIONI
19 Luglio 2018
14:50

“Lasciami un commento e sarai più visibile”: torna su Facebook la bufala dei 25 amici

Torna su Facebook la bufala virale dei 25 amici. Basterebbe lasciare un like e un commento sotto il post copia-incolla che ci avvisa di una non meglio precisata anomalia nell’algoritmo, per incidere sui limiti che il social network metterebbe alla visibilità dei nostri post. In realtà esistono ben altri metodi, meno immediati, ma almeno funzionano.
A cura di Juanne Pili
118 CONDIVISIONI

Secondo una sorta di "bug" negli algoritmi di Facebook – o una oscura strategia – il social sceglierebbe a caso, o secondo i suoi parametri, quali aggiornamenti degli “amici” farci vedere. Questo è quanto si può leggere nel post "copia-incolla" dei "25 amici", già virale tempo fa e tornato in auge di recente nel social network:

La sezione notizie mostra di recente solo i post delle stesse poche persone, circa 25, più volte lo stesso, su scleta di Facebook. Il nuovo algoritmo evidenzia solo le persone che leggono i reciproci post. Si tratta di una decisione arbitraria, unilaterale, dovuta a mera convenienza gestionale, perché risparmia enorme sovraccarico al server dell’attività Facebook.

Ma l’anomalia è bypassabile. Basta rispondere al post in modo da essere visualizzati nella sezione notizie, ottenendo maggiore visibilità. Tutto inutile, non è in questo modo che modificheremo il News Feed di Facebook. Del resto degli aggiornamenti importanti in tal senso erano già stati attuati a inizio anno.

Facebook incentiva già i contenuti di amici e parenti

Esiste già un nuovo algoritmo adottato da Facebook nel gennaio scorso, che pone rimedio a questi problemi e gode di ottima salute. É stato pensato proprio per mettere al primo posto nelle nostre bacheche di famiglia e amici. Proprio questo genere di contatti infatti può generare maggiori feedback, anche nei nostri post. La modifica relativa al News Feed si è resa necessaria per via delle molte lamentele degli utenti, sommersi dai contenuti di brand e aziende varie. Questo rende il passa-parola tornato in auge recentemente del tutto inutile.

Esistono altri metodi per impostare il News Feed

L’algoritmo in generale premia i post che generano il maggior numero di interazioni. Dovrebbero essere penalizzati piuttosto i contenuti poco affidabili, provenienti da siti e pagine dediti alla produzione di fake news, anche se i suoi metodi nel farlo sono ancora molto controversi. Se proprio vogliamo regolare a nostro piacere il modo in cui Facebook seleziona cosa farci vedere in bacheca esistono già gli strumenti per farlo. In ogni pagina e in ogni bacheca si può cliccare su “pagina seguita” o su “mostra per primi” (per i contatti personali). É un lavoraccio, specialmente se siamo iscritti a tante pagine e abbiamo molti amici, ma almeno funziona, senza bisogno di chiamare a raccolta i propri contatti con post del tutto inutili.

118 CONDIVISIONI
I social si muovono per proteggere gli Afghani, Facebook nasconde ai talebani le liste degli amici
I social si muovono per proteggere gli Afghani, Facebook nasconde ai talebani le liste degli amici
Zuckerberg: “Su Facebook daremo voce a tutti, anche ai negazionisti dell'Olocausto”
Zuckerberg: “Su Facebook daremo voce a tutti, anche ai negazionisti dell'Olocausto”
Il post più visto su Facebook è una bufala sui vaccini, ma il social ha provato a nasconderlo
Il post più visto su Facebook è una bufala sui vaccini, ma il social ha provato a nasconderlo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni