26 Agosto 2011
13:55

Le dimissioni di Steve Jobs: the day after…

Lettera del nuovo CEO di Apple Tim Cook il giorno dopo il ritiro del leader di Apple dalla guida del gigante della tecnologia americano. Ringrazia elogiando pubblicamente il suo ex capo – e mentore -, rassicurando tutti sul futuro dell’azienda che ha creato prodotti quasi mitologici per i consumatori. Scettici i mercati, quotazione del titolo in calo.
A cura di Vito Lopriore

Alcune testate scrivono “Steve Jobs and the sound of silence” (Steve Jobs e il suono del silenzio), il sito del New York Times “Where Some Earn Enmity, Jobs Won Affection” ("Dove qualcuno guadagna inimicizia, Jobs ottiene affetto"), il Financial Times gli dedica un articolo titolando “Jobs lost: Apple CEO stands down”, proprio per dare atto dell'importanza della decisione dell’ex CEO di lasciare la guida di Apple. Il Corriere della Sera titola “Steve Jobs lascia la guida di Apple”, il quotidiano francese “Le monde” “Steve Jobs : des choix technologiques qui ont fait polémique” scrivendo più nello specifico le innovazioni tecnologiche portate dal fondatore, infine El Pais scrive “Apple afronta con dudas su futuro sin el ‘mago", elogiando Steve.

In ogni parte del mondo ormai il pensiero va alla salute dell’uomo che ha cambiato la storia della tecnologia, a prescindere che egli sia ancora il CEO o la mente di Apple. Per molti giornalisti, esperti e tech-addicted americani, che sono in contatto con lui anche in termini personali, è un momento difficile per scrivere a proposito dell'uomo che ha inventato device così intuitivi tanto da modificare, quasi, i rapporti esistenziali delle persone che li usano. Adesso ha lasciato la guida di Apple al suo vice Tim Cook versando in condizioni di salute molto difficoltose.

I messaggi su Twitter

Su Twitter è un fiume di messaggi per Jobs, con hashtag #SteveJobs, #Jobs, #Apple e #CEO sono milioni i messaggi di saluto, celebrativi della persona e varie domande sul futuro dell’azienda americana. Ecco un esempio di users americani che dicono che Jobs sia l’uomo che meglio al mondo sa utilizzare la tecnologia:

O che esalta le sue capacità aziendali ricordando il sogno americano, dicendogli che è il migliore:

Su Twitter ci sono citazioni ovunque, tra cui una delle più famose recita “Il solo modo per fare un lavoro grandioso è quello di amare ciò che si fa. Se non lo avete ancora trovato, continuate a cercare. Non fermatevi.”

Anche in Italia tantissimi utenti esprimono il loro rammarico per la notizia:

La lettera di Tim Cook e il futuro di Apple

Il successore Cook, 50 anni, ex COO e braccio destro di Steve, descritto come uomo schivo e molto capace che non ama apparire spesso pubblicamente, stamattina ha pubblicato una lettera per rassicurare i consumatori, i 50mila impiegati e soprattutto il mercato, spiegando in sintesi che le cose non cambieranno e Apple continuerà a produrre device tecnologici che rappresentano una vera e propria rivoluzione nel mondo.

Apple is no going to change” (Apple non cambierà) scrive il neo CEO, scrivendo che l’opportunità di dirigere un’azienda così innovativa è incredibile; lavorare in Apple al fianco di Steve è stata la decisione migliore che ha mai preso nella sua vita. Da 13 anni infatti condivide l’entusiasmo dello stesso Jobs per un futuro brillante.

Dopo aver tessuto gli elogi del suo ex-capo parla del DNA del gruppo: Jobs ha costruito una vera e propria cultura che deve essere continuata, scrive, con prodotti che devono rispettare le esigenze degli Apple-addicted e soddisfare così il lavoro dei professionisti della rete. Ringrazia i suoi collaboratori e tutto il board per continuare l’ispirazione di quello che oggi è il presidente di Apple.

 I mercati finanziari

La notizia dell’abbandono di Jobs, sul sito ufficiale di Apple, è stata data alle 18:30, ora di New York, subito dopo la chiusura delle borse. Nel dopo-Borsa comunque le azioni dell’azienda di Cupertino sono cadute del 7%; nella giornata di Giovedì Apple chiude ancora in calo, facendo segnare un -2,46% manifestando, nelle ore successive alla notizia, una sfiducia della borsa per la decisione della governance di Apple. Si vedrà oggi se la lettera di Cook sarà riuscita a cambiare la percezione dei mercati.

Quello che emerge dall’opinione pubblica mondiale è un incredibile momento emozionale: Steve Jobs ha fatto qualcosa che pochi uomini d’affari nella storia hanno mai compiuto: generare affetto sincero. L’icona planetaria della tecnologia e del design innovativo dal motto ”Siate affamati, siate folli” commuove anche i suoi collaboratori, David DenBoer, un ingegnere, ha dichiarato «Sapevo che questo giorno sarebbe arrivato ma non sapevo che avrei pianto». Le innovazioni fondamentalmente iniziano da idee profonde e interiori, ecco perchè non gli piace essere considerato un manager, ma un leader.

Steve Jobs annuncia le sue dimissioni alla guida di Apple [VIDEO]
Steve Jobs annuncia le sue dimissioni alla guida di Apple [VIDEO]
La rete piange Steve Jobs
La rete piange Steve Jobs
Steve Jobs, la sua vita in un film
Steve Jobs, la sua vita in un film
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni