I robot di Boston Dynamics si sono resi famosi negli ultimi anni per le loro straordinarie doti di equilibrio e coordinazione nei movimenti, ma l'ultima clip pubblicata dall'azienda è senz'altro la migliore dimostrazione di destrezza dei suoi automi mai mostrata finora. In un video di auguri per l'anno nuovo, tre dei dispositivi più famosi realizzati dal gruppo in via di acquisizione da Hyundai si esibiscono in una coreografia di degna dei migliori ballerini su TikTok, danzando al ritmo della hit degli anni 60 Do You Love Me, degli statunitensi The Contours.

Chi sono i robot protagonisti

I ballerini presenti nel video sono tutti già comparsi nelle clip che Boston Dynamics ha diffuso online nel corso degli anni per promuovere il suo lavoro. I due automi antropomorfi sono i prototipi Atlas, mentre il simpatico quadrupede con il collo da giraffa è l'unico in vendita sul mercato: si chiama Spot Mini e già qualche mese fa aveva mostrato una passione per il ballo esibendosi nel moonwalk di Michael Jackson. La sorta di velociraptor a rotelle che appare più avanti nel corso del video è invece Handle, un altro prototipo destinato allo spostamento di pacchi e merci.

La scelta della canzone

Il pezzo non è stato scelto casualmente dagli ingegneri del gruppo. Oltre a essere decisamente orecchiabile ancora oggi, proviene da un'epoca i cui balli hanno dato modo ai robot protagonisti di mostrare abilità di coordinazione non comuni: gli automi ripetono sullo schermo le stesse movenze che andavano di moda nelle sale degli anni '60. Il testo poi parla proprio di un protagonista che dopo essere stato rifiutato in amore ha finalmente imparato a ballare come si deve e si prepara alla conquista.

I limiti dei robot

Il video è destinato a lasciare molti a bocca aperta, tanto che lo stesso imprenditore Elon Musk ha voluto rilanciarlo su Twitter precisando non si tratta di una clip in computer grafica. La precisione dei movimenti che consente ai robot di rimanere in piedi nonostante l'impiego intenso e ritmico di motori e snodi in effetti ha dell'incredibile; nonostante questo però sarebbe errato catalogare i dispositivi come intelligenti. Atlas, Spot Mini e Handle sanno sicuramente orientarsi nell'ambiente che li circonda per rimanere in equilibrio, rialzarsi quando cadono oppure evitare di andare a sbattere contro le pareti, ma non sanno quel che fanno né possono ancora navigare in autonomia senza istruzioni precise.

I tre gadget ballano seguendo una sequenza di istruzioni molto dettagliate che devono essere costate ai programmatori ore di lavoro, soprattutto considerando che si tratta di movimenti a tempo di musica e intercoordinati. In effetti l'accusa di simulare una vera intelligenza facendo leva su programmazione ed elevata coordinazione viene rivolta spesso a Boston Dynamics, i cui video da questo punto di vista si somigliano tutti. Il livello di accuratezza raggiunto da quest'ultima clip però resta sorprendente.