25 Ottobre 2021
16:26

Meno internet e compiti per casa per i bambini: la nuova legge cinese

Il legislatori della Repubblica Popolare hanno approvato una legge che promuove una nuova educazione familiare. I genitori, supportati dai governi locali che ridurranno il carico di lavoro scolastico, dovranno garantire che i figli passino meno tempo su Internet. Una proposta a cui si aggiunge quella relativa alla prevenzione “dalla femminiliazzazione degli adolescenti maschi”
A cura di Ivano Lettere

Nel corso di una sessione del Comitato Permanente dell’Assemblea Nazionale del Popolo, i legislatori cinesi hanno approvato una legge che promuove una nuova educazione familiare la cui entrata in vigore è prevista per l'1 gennaio 2022. Scopo principale di questo provvedimento è ridurre la "doppia pressione" esercitata dai compiti a casa e dal tutoraggio domestico che grava sulle spalle dei bambini. I genitori dovranno impartire un insegnamento basato sui valori della cultura cinese e, a tal fine, lo Stato, le scuole e la società forniranno mezzi e sostegno e si assicureranno che i bambini non passino troppe ore su internet.

I particolari della legge

Secondo quanto riferito da Xinhua, agenzia di stampa ufficiale della Repubblica Popolare Cinese, la disposizione delegherà i governi locali a garantire che venga ridimensionato il carico di lavoro a cui devono far fronte gli studenti. In più, è prevista una responsabilizzazione delle famiglie, le quali dovranno organizzare il tempo libero dei figli: più riposo ed esercizio fisico e meno ore passate a giocare online. Un'attività, quest'ultima, recentemente definita "oppio spirituale" in un articolo redatto da un media governativo e pubblicato sull'Economic Information Daily. A fine agosto, il governo cinese aveva deciso che i colossi dei videogiochi (per esempio Tencent e NetEast) avrebbero dovuto limitare l'attività ludica online dei minori a solo tre ore alla settimana. Dall'approvazione degli scorsi giorni deriverà anche un altro scenario: se dovesse essere riscontrato un "comportamento molto cattivo" da parte del minore, il padre e la madre potranno essere puniti sulla base di una legislazione su cui sta lavorando il parlamento cinese.

Virilità e calo demografico

A inizio settembre, il governo aveva ordinato ad alcune emittenti televisive di non promuovere un'idea distorta dell'uomo, raffigurandolo come una "femminuccia". Provare a contrastare "l'uomo-Sissi" era un modo per arginare l'effetto dell'industria dello spettacolo che, secondo le autorità, sta traviando i giovani cinesi. Il regolatore delle trasmissione della Cina aveva chiesto ai media cinesi di "resistere risolutamente all'abitudine di mostrare ricchezza e divertimento, pubblicizzare pettegolezzi e privacy, argomenti caldi negativi, volgari celebrità di Internet, e apprezzare senza limiti la bruttezza, e altre tendenze di intrattenimento".

Ora, questa nuova legge, che induce le famiglie a spendere maggior tempo a plasmare la mente dei propri figli si aggiunge alla prevenzione dalla "femminilizzazione degli adolescenti maschi". In questo caso, la soluzione al problema arriverebbe per esempio dallo sport: il ministero dell'istruzione ha esortato le scuole a promuovere il calcio nei campus. La paura che i giovani cinesi perdano pezzi di "virilità" nasce anche dall'idea che le possibili "deviazioni" dal tracciato solcato per loro dalla tradizione incidano negativamente sullo sviluppo demografico della Cina. L'ultimo censimento, pubblicato a maggio, dimostra infatti che, nonostante l'accantonamento della politica del figlio unico, la crescita della popolazione cinese è ai minimi storici.

La nuova casa di Chiara Ferragni e Fedez a Milano
La nuova casa di Chiara Ferragni e Fedez a Milano
70.284 di CS Design
Con Google puoi camminare sulla Grande Muraglia cinese senza muoverti da casa
Con Google puoi camminare sulla Grande Muraglia cinese senza muoverti da casa
La nuova casa di Tim Cook costa 10 milioni di dollari: dove si trova e come è fatta
La nuova casa di Tim Cook costa 10 milioni di dollari: dove si trova e come è fatta
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni