"Beh, mi sembra familiare". Così l'account Twitter ufficiale di TikTok ha accolto la notizia del lancio di Reels, la nuova funzione di Instagram che consente di realizzare brevi video di 15 secondi utilizzando strumenti di editing molto simili (per non dire uguali) a quelli offerti proprio da TikTok. Ne è nato un simpatico siparietto su Twitter, dove l'account di TikTok ha ritwittato il post di Intagram in cui si annunciava l'arrivo della funzionalità. Sottolineando ironicamente quello che in molti stanno pensando: Instagram ha preso ispirazione da TikTok.

D'altronde delle similitudini tra i due social si parla ormai da diversi giorni, dal lancio di Reels e dei suoi strumenti che, di fatto, rappresentano una riproposizione di quelli offerti da anni da TikTok. Un approccio che abbiamo già visto con Snapchat e le sue storie, ma che qui è ancora più evidente: se con l'app del fantasmino Instagram si era appropriato di un'idea (e un nome) facendola evolvere con il tempo, in questo caso è evidente che la presenza degli stessi strumenti (e addirittura del layout grafico) sono il risultato di una precisa volontà di mettere a tacere l'altra piattaforma.

Come abbiamo spiegato al lancio, Reels mette a disposizione una serie di strumenti che da tempo sono presenti su TikTok. Oltre alla possibilità di registrare più clip di fila fino a 15 secondi totali, Reels presenta diverse icone che permettono di accedere alla musica, alla velocità di registrazione, agli effetti e al timer. Tutte funzioni che su TikTok gli utenti utilizzano già da anni e che hanno portato al successo dell'applicazione insieme all'algoritmo che gestisce il feed principale (e che manca a Instagram). Quindi ha ragione l'account Twitter di TikTok: anche a noi sembra familiare. E ha fatto bene a sottolinearlo con ironia, cosa che al tempo non aveva fatto Snapchat.