In questi giorni il popolare gioco multipiattaforma Minecraft compie 10 anni, ma in una comunicazione diffusa in queste ore il team Mojang responsabile dello sviluppo ha annunciato una novità che proietterà il titolo nel futuro: Minecraft Earth, una versione del gioco in realtà aumentata che sarà disponibile su smartphone a partire da questa estate e che permetterà ai giocatori di vivere avventure e realizzare nuove costruzioni utilizzando come sfondo il mondo reale ripreso con la fotocamera del telefono.

Perché Minecraft Earth sarà unico

Il primo motivo per cui il gioco si annuncia come qualcosa di inedito è che si tratta del primo Minecraft in realtà aumentata dopo il suggestivo ma inaccessibile esperimento mostrato anni fa sul visore Hololens. In modo simile a quanto avviene con Pokémon Go e con altri giochi che fanno uso della stessa tecnica, in Minecraft Earth si gioca utilizzando come sfondo le ambientazioni fornite dal mondo reale: piazze e monumenti, ma anche il giardino di casa o la spiaggia del proprio luogo di villeggiatura preferito. Soprattutto però le mappe e le costruzioni create nel mondo virtuale resteranno posizionate all'interno di quello reale, in modo che tutti i giocatori possano visitarle, ma solo recandosi fisicamente nel luogo dove sono state create dal giocatore che le ha costruite.

Un mondo digitale condiviso

Come i Pokémon in Pokémon Go, chiaramente le costruzioni e i personaggi di Minecraft Earth si potranno vedere solamente con un telefono in mano, rivolgendo la fotocamera verso il punto in cui sono posizionati e osservandoli materializzarsi sullo schermo del telefono sovrapposti perfettamente allo sfondo inquadrato. A differenza di quanto avviene con il titolo di Niantic però, in Minecraft Earth si potrà scegliere di mettersi alla ricerca di creature e avventure disseminati nel mondo virtuale generato dagli sviluppatori, oppure di partecipare in prima persona alla creazione dello scenario di gioco. In questa modalità non si parla di elementi predeterminati e posizionati approssimativamente in alcuni luoghi fisici da un algoritmo, ma di monumenti, case, giardini e bizzarrie digitali che chiunque partecipi all'esperienza può posizionare ovunque e mettere a disposizione degli altri.

Non una conversione, ma un adattamento

Minecraft Earth non sarà insomma una conversione in realtà aumentata del titolo già disponibile su console, computer e smartphone, ma un adattamento. Le dinamiche di costruzione più basilari saranno le stesse, ma altri meccanismi saranno rivisti per risultare più congeniali all'utilizzo inedito che gli sviluppatori hanno in mente per il gioco. Di dettagli ulteriori purtroppo non ne sono però stati condivisi: il titolo sarà infatti disponibile su Android e iOS in una versione preliminare solo a partire da questa estate. Per iscriversi al programma di anteprima e ricevere una notifica non appena l'app sarà disponibile, basta registrarsi al sito messo in piedi dagli sviluppatori per l'occasione.