piazza wifi italia

Il MiSE, Ministero dello Sviluppo Economico, ha avviato il progetto "Piazza WiFi Italia" che si pone come obiettivo quello di permettere a tutti i cittadini di connettersi, gratuitamente e in modo semplice tramite l'app dedicata, a una rete WiFi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale. Si tratta quindi di un progetto che tende a ridurre il divario tecnologico lungo tutto lo stivale per attivare poi il macro progetto che è quello della "Smart Nation". Tutti i comuni italiani potranno fare richiesta di punti WiFi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web accessibile dal sito wifi.italia.it. Rispetto all’iniziale disponibilità di 8 milioni di euro, il nuovo stanziamento di 45 milioni permetterà di portare nuove aree WiFi gratuite in tutti i comuni italiani, con priorità per i comuni con popolazione inferiore a 2.000 abitanti e per i 138 comuni colpiti dal sisma del 2016.

Il WiFi come elemento di qualificante per il territorio e presente lungo tutto il territorio nazionale. E' questo l'obiettivo di "Piazza WiFi Italia", il progetto lanciato dal MiSE che prevede uno stanziamento di 45 milioni di euro, quindi molti di più degli 8 milioni inizialmente previsti, per dare la possibilità a tutti i comuni italiani di attrezzarsi di aree, circoscritte, per il WiFi. La richiesta può essere fatta direttamente online dal sito istituzionale wifi.italia.it e la priorità viene data ai piccoli comuni, ossia a quelli con un popolazione inferiore ai 2 mila abitanti che in totale sono 3.407 (quasi la metà), e ai 138 comuni colpiti dal sisma del 2016.

piazza wifi italia

Lo sviluppo della rete è stato affidato a  Infratel Italia, società in-house del MiSE, con la sottoscrizione del Decreto da parte del Ministro Luigi Di Maio, il 23 gennaio 2019. Il primo comune ad avere un punto di accesso attivo, all'interno del progetto "Piazza WiFi Italia", è stato Torricella Sicura, in provincia di Teramo, tra l'altro è anche il primo dei comuni colpiti dal sisma del 2016. I primi interventi stanno coinvolgendo, con un progetto dedicato, tutti i 138 comuni colpiti dal sisma in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, nei quali sono state già avviate le attività di progettazione d’intesa con le amministrazioni locali.

Al progetto "Piazza WiFi Italia" aderisce anche l'ANCI (Associazione Nazione dei Comuni Italiani) promuovendo tra i suoi associati il progetto e le modalità di partecipazione, che si inserisce nel solco delle azioni di sviluppo locale mirate ad invertire la tendenza allo spopolamento dei piccoli Comuni e costituisce un altro tassello per la riduzione del digital divide nei piccoli centri, a favore di cittadini, imprese e turisti.

Per accedere ai punti wifi che saranno via via attivi lungo lo stivale basterà scaricare l'app, per iOS e Android, creare un proprio account e dopo aver effettuato la configurazione si potrà cercare il punto wifi più vicino attraverso la mappa o l'elenco visualizzabile sempre dall'app. Una volta fatto, ci si potrà connettere e navigare gratis.