Mouse box computer

Il nuovo trend in crescita per il settore PC? I computer così compatti da risultare quasi invisibili. Dopo il Compute Stick di Intel ecco arrivare Mouse-Box, un PC in miniatura inserito all'interno di un semplice mouse. Il device, creato dalla start-up polacca Przemysław Strzelczyk, contiene tutto il necessario per far funzionare un normale computer e richiede semplicemente il collegamento di uno schermo esterno. Il dispositivo ha le stesse dimensioni di un normale mouse, ma all'interno nasconde diversi componenti che gli consentono di funzionare come un vero e proprio PC autonomo.

Tra questi troviamo un processore ARM da 1.4 GHz – lo stesso utilizzato, per esempio, dal Samsung Galaxy Note 10 – un modulo WiFi e un hard disk da 128 GB. Si collega ad un monitor tramite un cavo HDMI standard e si ricarica autonomamente grazie alla tecnologia ad induzione: il tappetino ha la capacità di ricaricare la batteria del mouse/PC. Attualmente la start-up polacca sta cercando finanziatori per produrre un prototipo e dare inizio alla produzione su larga scala.
.

Mouse box computer

"Una volta spostare i computer era considerato una vera sfida" hanno spiegato i responsabili della la start-up "La portabilità dei PC è migliorata insieme all'evoluzione dei macchinari. Nonostante questo, non siamo ancora giunti ad una soluzione ideale, perché dobbiamo portarci sempre dietro un sacco di componenti: monitor, tastiera, CPU e mouse". Mouse-Box punta a dimezzare queste richieste, compattando in un unico dispositivo il mouse e l'intero sistema di calcolo. Visto lo stato iniziale di sviluppo, la start-up non ha ancora fornito né una data d'uscita né un prezzo. L'arrivo sul mercato e il successo di questo device dipenderanno sopratutto dall'interesse degli investitori, che dovranno finanziarne la ricerca e l'eventuale produzione in massa.