samsung perdite 2018

Per Samsung il trimestre finanziario appena conclusosi non è stato particolarmente felice, anzi. Stando ai dati diffusi in queste ore dal colosso coreano, i risultati fatti registrare nel primo trimestre del 2019 sono stati i peggiori da due anni a questa parte; il documento (diffuso in anteprima rispetto alle comunicazioni definitive previste tra pochi giorni) parla infatti di vendite in contrazione del 14% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, ma soprattutto di profitti in calo del 60,4%.

Si tratta di numeri poco entusiasmanti nell'anno di uscita di Galaxy S10, ovvero dello smartphone che segna il decennale dell'uscita del primo modello; eppure la nuova gamma di dispositivi ha poco a che vedere con i risultati appena diffusi, dal momento che questi ultimi si riferiscono a un periodo chiusosi a fine marzo e che i telefoni sono entrati in commercio solo poche settimane prima. Gli smartphone appena arrivati sugli scaffali anzi giocheranno un ruolo chiave per Samsung nel trimestre in corso: a Galaxy S10e, Galaxy S10 e Galaxy S10 Plus si aggiungeranno infatti una variante 5G e il pieghevole Galaxy Fold, in un fronte d'attacco a cinque punte inedito per la società.

A dire il vero le sorti di Galaxy Fold non influenzeranno parecchio l'andamento del prossimo trimestre, dal momento che non sarà venduto in quantità rilevanti e soprattutto sarà disponibile solo da giugno. Nel medio e lungo periodo però il gadget pieghevole potrebbe aiutare la casa a riaccendere negli utenti un entusiasmo per il settore smartphone che sembra ormai sopito da molto tempo, ridando così slancio alle operazioni dell'azienda. In effetti Samsung basa gran parte dei propri guadagni sulla vendita di componenti come schermi e memorie alle altre aziende, motivo per cui le sue sorti economiche sono particolarmente legate all'andamento dell'intero settore hi tech (che in questo periodo vede faticare anche le aziende più solide); ad aiutare il gruppo a tenere duro in attesa di tempi migliori pensaeranno le vendite dei suoi ultimi dispositivi di punta.