A partire dall'anno prossimo la piattaforma di condivisione video YouTube dovrà fare a meno – almeno temporaneamente – del suo intrattenitore più seguito: lo YouTuber svedese PewDiePie – vera e propria star del sito e influencer di fama ormai globale – ha anticipato infatti che dall'inizio del 2020 si prenderà una pausa dal sito, smettendo di caricare nuovi contenuti per i più di 100 milioni di fan che sono iscritti al suo canale. L'annuncio è stato dato all'interno di uno dei consueti video che PewDiePie, al secolo Felix Kjellberg realizza su base quotidiana: "Dall'anno prossimo mi prenderò una pausa da YouTube. Ho voluto anticiparlo perché ormai ho preso una decisione. Sono stanco, mi sento veramente a pezzi, non so se si nota".

Le motivazioni della pausa di PewDiePie

Di quotidiano in effetti l'annuncio ha ben poco, dal momento che il ventinovenne YouTuber non si è sostanzialmente mai preso una pausa dalla sua attività, e questo suo sforzo ininterrotto potrebbe essere alla base della decisione presa in questi giorni e comunicata nelle ultime ore. Il motivo della scelta in effetti non è stato reso noto e PewDiePie ha affermato che si riserva di comunicarlo ai suoi fan più in là – ma lo stress potrebbe essere tra le cause che hanno spinto il ventinovenne a programmare la sua pausa. Lo YouTuber del resto è titolare del secondo canale di tutta la piattaforma per dimensioni: vanta ben 102 milioni di iscritti, contro i 120 dell'etichetta discografica indiana T-Series che è riuscita a superarlo solo recentemente e dopo un testa a testa all'ultimo follower che potrebbe aver contribuito a stressare l'influencer.

Uno stop immaginato a lungo

Del resto PewDiePie aveva già reso noto in passato di voler staccare temporaneamente la spina, ma finora aveva semplicemente considerato l'ipotesi senza darle una collocazione temporale. Pochi mesi fa, in un altro dei suoi video, confessava di volersi finalmente prendere una pausa "giusto per capire cosa si provi a farlo. Non faccio mai pause, di solito continuo e continuo a oltranza, infilato come sono nella quotidianità del realizzare video. Sarebbe bello per un po' togliermi YouTube dalla testa per la prima volta in dieci anni".