Presto gli utenti di WhatsApp potranno fare qualcosa che a quasi tutte le altre piattaforme di messaggistica istantanea è già concesso fare: collegarsi al servizio da più dispositivi contemporaneamente (e senza utilizzare l'interfaccia web come tappabuchi). A confermarlo è il sito WABetaInfo — che ormai da tempo raccoglie e pubblica con tempismo tutte le ultime indiscrezioni sulla nota app — anche se la notizia non è esattamente inedita: già da tempo gli sviluppatori del gruppo stanno lavorando su una funzionalità simile, ed è da diversi mesi ormai che se ne parla.

La nuova funzionalità non è la stessa già messa disposizione tramite WhatsApp Web. Il servizio accessibile attraverso i browser infatti non è autonomo, ma per funzionare fa affidamento sul fatto che lo smartphone o il tablet associati all'account del proprietario siano connessi a Internet. Quando gli sviluppatori avranno terminato il proprio lavoro invece sarà possibile registrare a un unico account più dispositivi per volta, che potranno accedere alle conversazioni indipendentemente dal fatto che lo smartphone o il tablet principale siano connessi alla Rete.

Il motivo per cui gli sviluppatori non sono arrivati prima a implementare questa funzionalità all'interno di WhatsApp è che si tratta di qualcosa di tecnicamente difficile da mettere in pratica, e contrasta con gli algoritmi di crittografia usati dalla società per proteggere le conversazioni da occhi indiscreti. Ora — riferisce WABetaInfo — sembra che i tecnici del gruppo abbiano quasi terminato lo sviluppo di un sistema ideato per far quadrare il cerchio: le chat saranno comunque protette, ma vi si potrà accedere da dispositivi diversi.

Resta da capire quando la novità sarà disponibile: inizialmente si pensava che in tempo per l'arrivo di iPadOS sarebbe stata resa disponibile una nuova versione di WhatsApp pensata per le tavolette iPad, e che questa versione sarebbe stata quella ideale per il debutto della nuova funzionalità; a più di un mese dal debutto del sistema operativo però di questa fantomatica edizione di WhatsApp non c'è ancora traccia. Sui social a commento dell'indiscrezione per il momento regna il sarcasmo dei delusi, ma la novità potrebbe effettivamente essere in arrivo tra poche settimane.