Stare troppo tempo davanti allo smartphone non fa bene alla salute, ma trovare il momento per staccarsi dallo schermo può essere difficile quando in attività ci sono decine di app che richiamano attenzione in modi più o meno espliciti e insistenti. Per risolvere questo problema dei ricercatori della University of Indonesia hanno recentemente ideato un dispositivo capace di capire al posto degli utenti quando riporre in tasca il telefono, cogliendo i primi segnali di malessere che provengono direttamente dal loro flusso sanguigno e dal battito cardiaco.

Il gadget si chiama Nettox – una parola che deriva da Internet e Detox per descrivere lo scopo del dispositivo – ed è in sostanza un pulsossimetro indossabile, ovvero uno strumento capace di misurare la frequenza cardiaca dell'utente e la quantità di ossigeno nel sangue attraverso metodi non invasivi. Una volta allacciato al polso, Nettox effettua costantemente le misurazioni relative a questi due valori e in particolare si concentra su saturazione e variabilità della frequenza cardiaca: l'abbassamento di questi due parametri rispetto ai valori medi è stato infatti correlato a un utilizzo prolungato dello smartphone e costituisce così un campanello d'allarme piuttosto preciso per chiunque voglia sapere quando è ora di accantonare social e messaggistica.

Nettox emette un segnale acustico che può essere chiaramente ignorato, ma che costituisce comunque un incentivo maggiore a spegnere il telefono rispetto ai tutto sommato fallimentari meccanismi di tutela messi in campo sia da app come Facebook che dai sistemi operativi Android e iOS. Le app già presenti sul telefono come Instagram e TikTok in effetti esercitano troppo fascino presso chi è inserito nelle relative dinamiche, e trovarsi immersi nei flussi di contenuti che propongono può risucchiare in un buco nero decine di minuti con facilità.

Un dispositivo esterno potrebbe invece rivelarsi un elemento adatto a rompere il circuito, come un contapassi sullo smartwatch può risultare efficace nell'incentivare i suoi utenti a fare un po' di moto. Ecco perché Nettox potrebbe trasformarsi in un vero e proprio gadget indossabile commerciale: i ricercatori stanno tentando di ottenere un brevetto per il dispositivo, ma la realtà è che le sue funzionalità potrebbero essere svolte anche da un'app per smartwatch: il pulsossimetro in effetti non è una componente così rara da trovare sui dispositivi di fascia media, e per ideare un'app capace di fare ciò che fa ora Nettox basterebbe avere accesso ai dati che raccoglie.