A differenza di Sony, Microsoft non ha deciso di eliminare Cyberpunk 2077 dal suo store digitale, ma si è limitata a inserire un avviso che avverte i giocatori dei possibili bug che potrebbero incontrare nella versione "old gen" del gioco. Su Xbox One, infatti, la situazione è simile a quella che caratterizza PlayStation 4: il gioco gira male, con un frame rate molto basso e numerosi bug che minano di fatto l'esperienza di gioco. Per questo Sony ha deciso di rimuovere direttamente il titolo dal suo negozio digitale e avviare le pratiche di rimborso per tutti gli utenti che lo richiederanno.

Microsoft, invece, ha optato per un messaggio che avvisa i giocatori delle possibili problematiche tecniche. "Gli utenti potrebbero avere problemi con le prestazioni quando giocano questo titolo su Xbox One" si legge nel messaggio, che fa anche riferimento a un aggiornamento per risolvere la questione. Il gioco è comunque scaricabile e installabile senza problemi su tutte le piattaforme Microsoft, dall'Xbox One all'Xbox Series X. Sui modelli più vecchi, però, le prestazioni sono particolarmente deludenti.

Fin dal suo lancio il gioco è stato al centro di forti polemiche proprio a causa dei bug riscontrati da molti giocatori sulle versioni old gen di un gioco che è stato chiaramente progettato con i PC in mente. Così se su PlayStation 4 Pro, Xbox One X e console di nuova generazione la situazione è nettamente migliore, su quelle più attempate il calo delle prestazioni è notevole. Tanto da spingere gli sviluppatori CD Projekt Red a offrire rimborsi a tutti gli utenti per le vendite digitali e fisiche di Cyberpunk 2077. Il titolo ha già ricevuto due aggiornamenti relativi ala risoluzione di bug, mentre per gennaio e febbraio sono attese due grandi patch pensate per correggere le problematiche più ampie viste sulle console più vecchie.