17 Novembre 2014
12:57

RAMP, il portale russo che vende droga online: è il nuovo Silk Road

Dopo la chiusura del portale Silk Road 2.0, sta prendendo piede il portale russo RAMP, specializzato nella vendita di droga online. Al momento il portale non ha subito gli effetti dell’operazione dell’FBI che ha già portato alla chiusura di numerosi siti internet che vendevano materiale illegale come droga e armi.
A cura di Matteo Acitelli

Pochi giorni fa è stato arrestato il 26enne Blake Benthall, fondatore del portale Silk Road 2.0. Silk Road 2.0 non è altro che un nuovo portale che ricalca l'idea del primo Silk Road che dal 2011 al 2013 fu uno dei più famosi portali disponibili in modalità anonima navigando tramite Tor che ospitò un vero e proprio mercato nero della droga online. Dopo gli arresti di Ross William Ulbricht (fondatore Silk Road) e di Blake Benthall (fondatore Silk Road 2.0), l'operazione Onymous ha portato alla chiusura di un'altra decina di siti internet legati non solo al mondo della vendita di droga online ma anche di armi e crimini.

La rete però offre sempre un'alternativa, l'operazione dell'FBI che ha consentito la chiusura di Silk Road 2.0, uno dei principali portali di vendita di droga online, non ha però toccato altri siti molto conosciuti in rete legati ad attività criminali simili. Tra questi portali troviamo anche RAMP, un sito internet russo che ospita la vendita illegale di diversi tipi di sostanze stupefacenti. Nell'ultima settimana anche Wired.com ha dedicato un articolo a questo portale che proprio in seguito alla chiusura del più noto Silk Road 2.0 ha subito un incremento delle visite e degli acquisti. I motivi che consentirebbero a RAMP di continuare ad agire senza venir disturbato dalle forze dell'ordine sarebbe da attribuire alla struttura del sito internet, molto ben organizzato e di lingua russa. Tutti i pagamenti per acquistare droga su RAMP sono gestiti direttamente tra venditore e cliente, senza l'interferenza del sito in oggetto. Inoltre i moderatori di RAMP utilizzano un regolamento molto severo e tutto viene studiato nel minimo dettaglio, dal confezionamento del pacco alle spedizioni che possono avvenire anche tramite "dead drop", uno speciale "postino" che lascia la busta da consegnare in un posto e ad un orario concordato con l'acquirente. Inoltre RAMP ha un "modello di business" differente rispetto a quello utilizzato in precedenza da Silk Road 2.0, ogni venditore può aprirsi il propio shop a fronte di un'opzione Premium a pagamento. Possono inoltre essere acquistati spazi banner per pubblicizzare i propri prodotti o altre offerte come licenze mensili per vendere nel mercato migliore in assoluto, quello moscovita, ad una cifra di circa 1000 dollari al mese. La vendita di droga online sembra dunque un problema ancora presente, le numerose operazioni dell'FBI stanno cercando di arginare la vendita illegale online ma i siti internet a disposizione dei clienti sembrano ancora essere molti.

Silk Road Reloaded, il mercato nero del web torna online
Silk Road Reloaded, il mercato nero del web torna online
Silk Road, il fondatore Ross Ulbricht rischia l'ergastolo
Silk Road, il fondatore Ross Ulbricht rischia l'ergastolo
Arrestato a San Francisco il fondatore di Silk Road 2.0
Arrestato a San Francisco il fondatore di Silk Road 2.0
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni