Tra appena un paio di giorni Samsung potrebbe annunciare finalmente l'arrivo sul mercato (almeno su quello coreano) del suo atteso smartphone pieghevole Galaxy Fold, ma secondo indiscrezioni sempre più insistenti il gruppo starebbe già guardando al futuro con un altro prodotto simile ma più economico: un dispositivo compatto capace di piegarsi in due in un quadrato per farsi più tascabile, in arrivo nei primi mesi dell'anno prossimo.

Come sarà il prossimo Galaxy Fold

In realtà non è la prima volta che si parla di altri smarpthone pieghevoli in arrivo da Samsung, ed è normale del resto che il produttore voglia utilizzare i mesi di vantaggio che ha sulla maggior parte degli avversari per sperimentare e capire cosa solletica la curiosità dei potenziali acquirenti e cosa no. I primi dettagli concreti sul prossimo dispositivo dopo Galaxy Fold però sono di queste ore e arrivano da Bloomberg, che ha descritto un prodotto con display da 6,7 pollici capace di piegarsi verso l'interno. Grazie a un piccolo display esterno il telefono potrà comunque essere utilizzato anche da chiuso, ma le dimensioni compatte permetteranno al gadget di infilarsi tranquillamente nelle tasche più strette, assumendo un design simile a quello che si suppone vanterà il futuro e rumoreggiato nuovo Moto Razr di Motorola.

Più compatto, più economico

La star dell'offerta di Samsung rimarrà il Galaxy Fold in arrivo a ore, rispetto al quale il dispositivo rumoreggiato ospiterà meno componenti extra: la fotocamera frontale sarà una sola (ospitata in un foro all'interno del display) mentre quelle posteriori saranno due. Il nuovo smartphone pieghevole sembra però indirizzato a un pubblico più numeroso: eliminare parte degli extra e ridurre le dimensioni servirà a mantenere il prezzo più basso, ma stando a Bloomberg il dispositivo dovrebbe essere anche più sottile e vantare uno schermo in vetro anziché in plastica. L'aspetto estetico infine sembra sia stato definito in collaborazione con lo stilista e designer Thom Browne, per dare al gadget un look desiderabile per un pubblico più ampio.

Resta da capire quanto potrebbe costare un telefono simile: anche se sarà più economico del Galaxy Fold in arrivo, ospiterà comunque una componente complessa da produrre in massa che sarà resa ancora più sofisticata dall'impiego del vetro anziché della plastica. Stando a Bloomberg, Samsung deciderà se e come procedere con il lancio una volta analizzati i risultati ottenuti con Galaxy Fold: prima di avere nuove notizie sul dispositivo previsto per l'anno prossimo dunque occorrerà capire come andrà il lancio di quello atteso per i prossimi giorni.